Contenuto sponsorizzato

La Delta Informatica piega Montecchio e conserva il secondo posto in classifica

Volley serie A2 femminile. Le trentine vanno sotto, ma recuperano e si sbarazzano delle vicentine per 3-1. Ottima prova per Dekany, autrice di 22 punti. Bene anche Moretto, Fondriest e Fiesoli

La Delta Informatica a muro (foto Luciano Tamanini – Trentino Rosa)
Pubblicato il - 27 dicembre 2017 - 13:24

TRENTO. L'ultima gara del 2017 è dolce per la Delta Informatica che, dopo il passo falso di Ravenna, ritorna a vincere in quel di Montecchio. Le gialloblu si sbarazzano delle padrone di casa in quattro set trascinate da Dekany (22 punti personali con il 53% in attacco e il 69% in ricezione).

 

Ottime anche le prove di Moretto e Fondriest, senza dimenticare Fiesoli capace di chiudere il proprio match con il 43% a rete e il 73% in ricezione.

 

Bottino pieno che consente alla Delta Informatica di confermare il secondo posto in classifica in coabitazione con Mondovì a quota 34 punti, distante solo una lunghezza di distanza dalla capolista Cuneo. 

(La festa della Delta Informatica - foto Luciano Tamanini, Trentino Rosa)

Un campionato di serie A2 femminile avvincente e una classifica davvero cortissima: ben sei squadre racchiuse in una manciata di punti, dai 35 di Cuneo ai 32 di Soverato e Marignano. S

 

Sabato 30 dicembre si chiude il girone d'andata, ma la Delta Informatica osserverà il turno di risposo per tornare in campo il 6 gennaio nel big match al vertice sul parquet del San Bernardo Cuneo.

 

Nicola Negro schiera schiera Ilenia Moro nel ruolo di libero al posto dell'influenzata Carolina Zardo. Resto dello starting six tradizionale con Moncada in regia, Kiosi opposto, Fiesoli e Dekany in posto-4, Fondriest e Moretto al centro.

Marcello Bertolini risponde con Giroldi al palleggio, Marcolina opposto, Lucchetti e Pamio in posto-4, Bovo e Brutti al centro e Gomiero libero.

L'inizio del primo set è targato Montecchio, mentre le trentine faticano a trovare il ritmo giusto (11-9), ma riesce a portarsi avanti con Moretto e Dekany (15-11). La reazione vicentina, però, non si fa attendere, Marcolina e Brutti suonano la carica e le Sorelle Ramonda trovano la parità sul 17-17. Trento accusa il colpo, Pamio firma il break (22-19) e per le gialloblu, nonostante il colpo di coda finale (23-22) non c'è più nulla da fare con la stessa Pamio che regala la frazione a Montecchio (25-23).

Nel secondo parziale il servizio trentino inizia a farsi più pungente e la ricezione si attesta su percentuali più elevate: Moretto e Dekany sono le protagoniste del brillante avvio trentino (6-11), Bertolini si gioca la carta Kosareva, ma la battuta delle Sorelle Ramonda è particolarmente insidiosa e Montecchio si riporta in scia e pareggia sul 18-18. La gara resta in equilibrio fino al 23-23, quando un'invasione a rete delle padrone di casa sancisce il 24-26 in favore della Delta Informatica. 

Da questo momento in avanti la gara muta radicalmente e l'avvio di Trento nella terza frazione è positivo (3-7). La Delta Informatica spinge forte dalla linea dei nove metri e trova in Dekany un punto di riferimento affidabilissimo in attacco (9-15). Montecchio prova a reagire ma il set è ormai sfumato con Trento che corre spedita verso il 18-25 finale.

 

La formazione di Nicola Negro non lascia nulla alle padroni di casa fin dai primi scambi del quarto set (3-7). Dekany e Fiesoli fanno sconti, Moncada ottiene risposte positive anche dalle sue centrali e in un batter d'occhio le gialloblu si involano verso un agevole 19-25.

"Ci tenevamo molto a chiudere il 2017 con una vittoria e ci siamo riusciti – spiega a fine gara Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica – Con i risultati maturati nel turno odierno la classifica si è ulteriormente accorciata e ingarbugliata con sei squadre racchiuse in pochissimi punti. Sabato osserveremo il turno di riposo e in serata vedremo quale sarà la nostra posizione al termine dell'andata con i relativi accoppiamenti dei quarti di finale di Coppa Italia. Purtroppo all'ultimo momento abbiamo perso Zardo per un attacco influenzale ed inizialmente Montecchio è riuscita a metterci molta pressione con il servizio. Una volta sistemata la ricezione, anche grazie alla crescita di Moro, abbiamo sviluppato un gioco più veloce coinvolgendo maggiormente anche i nostri centri: la seconda parte di gara è stata molto positiva con un'ottima Dekany in fase di attacco".

 

CLASSIFICA: Cuneo 35, Mondovì 34, DELTA INFORMATICA 34, Chieri 33, Soverato 32, Marignano 32, Brescia 30, Ravenna 25, Collegno 23, Orvieto 21, Club Italia Crai 18, Montecchio 16, Baronissi , Perugia 13, Olbia 9, Marsala 7, Caserta 6

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO-DELTA INFORMATICA 1-3
(25-23, 24-26, 18-25, 19-25)
Sorelle Ramonda Ipag Montecchio: Bovo 6, Brutti 7, Marcolina 12, Lucchetti 11, Giroldi 0, Pamio 10, Gomiero (L); Kosareva 8, Stocco 0, Fontana 0, Fiocco 2, Pericati ne. All. Marcello Bertolini
Delta Informatica Trentino: Moncada 5, Kiosi 14, Dekany 22, Fiesoli 15, Moretto 10, Fondriest 9, Moro (L); Carraro 2, Antonucci 0, Michieletto 1, Fucka ne. All. Nicola Negro
Arbitri: Giuseppe Curto e Sergio Jacobacci
Durata set: 26', 27', 24', 24' (totale: 1h41')
Note: Montecchio (attacco 48, muro 2, ace 6, errori azione 8, errori battuta 10), Delta Informatica (attacco 58, muro 7, ace 13, errori azione 14, errori battuta 11)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 09:39

Attorno alle 9 una densa colonna di fumo si è alzata da una casa. Le fiamme hanno avvolto il tetto di un'abitazione a Verla di Giovo, in Val di Cembra. Sul luogo diversi corpi dei vigili del fuoco per domare l'incendio

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

20 ottobre - 08:35

Intervento notturno per il recupero di un escursionista: individuato grazie ai visori notturni e alla luce del cellulare. L’uomo aveva perso il sentiero per colpa delle neve

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato