Contenuto sponsorizzato

Arriva un difensore per Luciano De Paola, ma l'asse Trento-Lecco può portare altri acquisti

Arriva il primo rinforzo in via Sanseverino, il difensore Gioele Mureno, classe 1992, proviene dall'Olginatese dopo le esperienze tra Lecco e Vis Pesaro, Albinoleffe e Seregno

Di L.A. - 04 dicembre 2018 - 20:18

TRENTO. Arriva il primo rinforzo in via Sanseverino, il difensore Gioele Mureno, classe 1992, proviene dall'Olginatese.

 

Nato a Milano, cresciuto nel settore giovanile dell'Inter fino agli Allievi, sbarca alla corte di Luciano De Paola che potrebbe passare al 4-3-3.

 

Il laterale sinistro può vantare 200 presenze in serie D e 16 tra i professionisti, dopo aver vestito le maglie di Seregno in serie D (dal 2010 al 2015), Albinoleffe in LegaPro (2015/16), Vis Pesaro in quarta serie nel 2016/17.

 

Nella stagione 2017/18 passa al Lecco in serie, quindi in estate si accasa all'Olginatese, prima della firma fino al prossimo 30 giugno al Trento.

 

Il mercato dei gialloblu sembra in fermento per cercare di abbandonare l'ultimo posto e portarsi in zona salvezza.

 

Sul fronte cessioni dovrebbe essere alle battute conclusive il trasferimento di Bertoldi a Levico. Il braccio di ferro delle ultime ore dovrebbe risolversi in favore dei termali. In uscita potrebbero esserci anche Dragoni e Selvatico.

 

L'asse Trento-Lecco, precedente stazione di Gizzarelli, direttore sportivo gialloblu, è molto caldo e sembra probabile l'approdo in gialloblu di altri calciatori in orbita lombarda.

 

Il sodalizio del capoluogo sonderebbe, infatti, il mercato alla ricerca di una prima punta e un esterno per uscire dalle secche.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 marzo - 21:05

Gli assessori dopo aver organizzato l'evento aperto al pubblico per parlare di educazione di genere hanno blindato l'ingresso a studenti, professori, cittadini con agenti in tenuta antisommossa. Sono volate le botte e alla fine Biesesti ha riacceso gli animi decidendo di uscire dall'ingresso principale dove c'erano i manifestanti

22 marzo - 05:01

Dal ritorno di Carlo Pedergnana al sindaco di Castello Molina di Fiemme. Vengono spesso derubricate a goliardate, scherzi, errori di gioventù. Ma siamo sicuri che su certe cose sia davvero il caso di ridere? Stiamo parlando di saluti romani, bacetti al busto del Duce, tatuaggi con svastiche e fasci littori esposti con orgoglio in casa

22 marzo - 12:41

E' successo ieri pomeriggio a Trento. Due uomini stavano litigando violentemente quando è arrivata una volante della polizia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato