Contenuto sponsorizzato

Bardelloni e Bertoldi non bastano, l'Ambrosiana vince ai rigori e il Trento è fuori

Nel match di Coppa Italia i ragazzi di Rastelli giocano alla grande e vanno sul 2 a 0. Poi la rimonta e la sconfitta dagli 11 metri

Pubblicato il - 09 settembre 2018 - 18:49

TRENTO. Partita pirotecnica quella tra il Trento e l'Ambrosiana valevole per i 32esimi di finale di Coppa Italia. Alla fine la spuntano i veronesi ai calci di rigore, dopo che la truppa agli ordini di mister Rastelli ha giocato alla grande per 85 minuti e si è trovata anche avanti per 2 a 0 grazie ai gol di Bertoldi e Bardelloni. I veronesi di Rivic trovano due reti nel finale, la seconda in pieno recupero, e poi fanno cinque su cinque dal dischetto, imponendosi complessivamente per 7 a 6.

 

L'avventura della manifestazione termina al terzo turno e domenica sarà tempo di campionato con la sfida al Cartigliano.

 

Il Trento prende subito in mano le redini del match con la catena di destra degli aquilotti che mette alle corde la retroguardia ospite. Al 6' Romagna crossa per Bertoldi, la cui girata viene bloccata da Squaranti. Tre minuti dopo Bardelloni ci prova direttamente su calcio piazzato: la sua conclusione viene deviata dalla barriera e si accomoda sul fondo. Al minuto 16 ci prova anche Furlan: botta da fuori area che il portiere veronese blocca. Romagna spinge forte e al 24' crossa in area piccola, ma nessun compagno è pronto a raccogliere il traversone del numero quattordici trentino.

 

Il gol è nell'aria e arriva puntuale al 34': altra iniziativa di Romagna che salta netto il diretto marcatore e poi serve Paoli, la cui conclusione viene respinta da un difensore con il pallone che arriva sui piedi di Bertoldi. Il bomber aquilotto si aggiusta la sfera e lascia partire un gran tiro a mezz'altezza che s'insacca a fil di palo. Il Trento sfiora il raddoppio al 39' quando Zucchini pesca in verticale Bardelloni che entra in area e calcia, ma viene stoppato da un ottimo intervento di Squaranti. Nella ripresa il tecnico ospite Chiecchi opera subito tre cambi, mentre Rastelli è costretto a togliere Scaglione, che al 49' esce dal campo in barella e viene avvicendato da Carella.

 

Trascorrono centottanta secondi e i gialloblù chiudono i conti: meraviglioso duetto tra Bardelloni e Bertoldi con quest'ultimo che serve in verticale il fantasista che aggancia e poi batte Squaranti con una gran conclusione che s'infila sotto la traversa. 2 Il Trento amministra il doppio vantaggio, sfiora il tris con il neoentrato Baronio (tiro cross dalla sinistra e gran smanacciata di Squaranti), ma all'86' subisce la marcatura veneta: entrata pericolosa ai danni di Baronio non sanzionata dal direttore di gara, l'azione prosegue e Manconi va a terra in area trentina dopo un contrasto con Ferraglia.

 

L'arbitro indica il dischetto e Tonani fa centro dagli undici metri. I veneti si gettano in avanti, Barosi compie un ottimo intervento sul colpo di testa di Lonardi e al 92', in mischia, Contri trova la deviazione vincente da dentro l'area. Si va ai calci di rigore: Bosio sbaglia il terzo della serie mentre l'Ambrosiana fa cinque su cinque e passa ai 16esimi di finale. Ora testa al campionato: domenica esordio casalingo contro il Cartigliano. 

 

TRENTO - AMBROSIANA 6-7 dopo i calci di rigore (2 a 2 al 90')

 

TRENTO (3-5-2): Barosi; Scaglione (4'st Carella), Kostadinovic, Zucchini; Romagna, Furlan, Bertaso (45'st Selvatico), Paoli, Badjan (21'st Baronio); Bardelloni (34'st Ferraglia), Bertoldi (31'st Bosio). A disposizione: Russo, Cazzago, Trevisan, Dragoni. Allenatore: Claudio Rastelli.

 

AMBROSIANA (4-2-3-1): Squaranti; Concato, Contri, Yarboye (1'st Acri), Dall'Agnola (1'st Borgogna); Rivic (25'st Aloisi), Lonardi; Testi (39'st Rossi), Turrini (1'st Righetti), Manconi; Tonani. A disposizione: Piatto, Filippini, Martini, Andreoli. Allenatore: Tommaso Chiecchi. ARBITRO: Bullari di Brescia (Santoruvo di Piacenza e Papa di Chieti).

 

RETI: 34'pt Bertoldi (T), 7'st Bardelloni (T), 41'st rigore Tonani (A), 47'st Contri (A).

 

NOTE: spettatori 250 circa. Campo in buone condizioni. Ammoniti Furlan (T) e Bertoldi (T) per gioco falloso. Calci d'angolo 9 a 2 per il Trento. Recupero 2' + 5'.

SEQUENZA RIGORI: Furlan (gol); Contri (gol); Zucchini (gol); Righetti (gol); Bosio (parato); Concato (gol); Selvatico (gol); Borgogna (gol); Kostadinovic (gol); Tonani (gol.).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 maggio - 19:27
Complessivamente ci sono 5.399 casi e 461 decessi da inizio emergenza coronavirus in Trentino. I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone a 0,71%. Sono 12 i nuovi positivi, 9 con sintomi negli ultimi 5 giorni e 3 con screening
24 maggio - 18:58
I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone che resta sotto la soglia dell'1% di test positivi, a 0,71% per la precisione. Sono 4 i pazienti nei reparti di terapia intensiva. Il Trentino si porta complessivamente a 5.399 casi da inizio emergenza coronavirus
24 maggio - 17:24

Il Tweet indifendibile, se vero (che recita ''quelli con più morti siete voi lumbard e spero di vederli crescere sempre di più, schiattate merde''), è stato pubblicato il 21 maggio. Il giorno dopo l'Fbk ha dato la sua versione spiegando che il ricercatore ha affidato la questione alla polizia postale. Ieri è finito sulla pagina Facebook del leader della Lega (con circa 10.000 commenti) e, così, oggi l'assessore Spinelli si è sentito in dovere di dire la ''sua'' usando, comunque, due pesi e due misure rispetto ad altre vicende simili e più chiare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato