Contenuto sponsorizzato

Buona la prima per il Trento che passa il turno di coppa Italia, il Levico si arrende ai rigori contro la Virtus Bolzano

Calcio. La formazione di Claudio Rastelli supera il San Giorgio per 2-1 e sfida il Belluno. In rete Bertoldi e Bosio. Il Levico Terme impatta nei novanta minuti regolamentari e perde ai rigori contro i biancoverdi

L'esultanza di Fabio Bertoldi (foto di Alessandro Eccel)
Di Luca Andreazza - 26 agosto 2018 - 18:39

TRENTO. Le stagioni di Trento e Virtus Bolzano iniziano con il sorriso. I gialloblu battono il San Giorgio 2-1, mentre i biancoverdi superano il Levico Terme 5-3 ai rigori (1-1 nei novanta minuti) nel turno preliminare di coppa Italia-serie D.

 

Ora il sodalizio di via Sanseverino incrocia la strada dell'ex tecnico Roberto Vecchiato, ritornato sulla panchina del Belluno, mentre gli altoatesino trovano il Feltre.

 

Un buon Trento, duttile nel modulo (l'allenatore Rastelli passa dal 4-3-3 al 3-5-2 a inizio secondo tempo per chiudere con il 4-3-2-1) e compatto, ma anche abbastanza brillante per essere la prima uscita ufficiale. Il San Giorgio, anche se spesso costretto sulla difensiva, si muove bene, ordinato e spesso pericoloso nelle ripartenze.  

 

Al Briamasco l'avvio è compassato e la prima occasione arriva dopo otto minuti: la combinazione Bardelloni-Bertoldi libera l’accorrente Dragoni, che però si lascia ipnotizzare da Negri Bevilacqua.

 

Scocca il 16' e l'incontro si sblocca: bomber Bertoldi sfrutta la torre di Cazzago e batte l'estremo difensore ospite per segnare la prima rete della stagione.

 

Inizialmente il San Giorgio fatica a reagire, il Trento controlla e cerca le ripartenze giuste, senza però trovare spazi.

 

Incassato e metabolizzato lo svantaggio i rossoneri però alzano i giri del motore e preme alla ricerca del pareggio. Pareggio che porta la firma di Baldo, il quale prima scappa sulla corsia mancina e quindi da posizione defilata trova l'incrocio per l'1-1. Non arrivano altre occasione e le formazioni si avviano negli spogliatoi per il riposo.

 

Il San Giorgio parte forte nella ripresa, ma la conclusione di Ritsch termina fuori. Dopo la fiammata dei rossoneri, il Trento riprende in mano le operazioni, ma Dragoni è tanto propositivo, quanto sfortunato in zona gol. 

 

Nel frattempo i gialloblu crescono d'intensità e all'ora di gioco confezionano una doppia occasione: prima il colpo di testa di Cazzago viene respinta sulla linea di porta, poi la palla arriva a Bardelloni che supera il diretto marcatore e scarica la conclusione, ma Negri Bevilacqua abbassa la saracinesca.

 

Il San Giorgio si affida principalmente alla creatività di Baldo, chiuso però bene dalla retroguardia gialloblu. Nel finale la pressione del Trento viene premiata: Bosio viene lanciato in profondità e l'attaccante è freddo nel battere il portiere rossonero. E' la rete che risolve la partita. Finisce 2-1 per i padroni di casa.

 

Anche la Virtus Bolzano stacca il biglietto per il primo turno di coppa Italia dopo una gara equilibrata e risolta ai calci di rigore per 5-3 (1-1 al 90').

 

La prima frazione si chiude a reti bianche, mentre la partita di sblocca nel secondo tempo. Bolzano avanti con Timpone al 13' e Levico che impatta in pieno recupero con Bagattini.

 

Niente supplementari e si va direttamente al dischetto, dove i virtussini si dimostrano più freddi. Bolzano in rete con tutti: Elis Kaptina, Cremonini, Kiem, Bounou e Barilli. Il Levico risponde con Esposito, Demian e Bagattini, fatale l'errore di Masia

TRENTO – S. GIORGIO 2 – 1

Reti: 16' Bertoldi (T), 38' Baldo (S), 82' Bosio (T)

TRENTO (4-3-3): Barosi; Scaglione, Sorbo, Zucchini (21'st Bosio), Badjan; Furlan, Selvatico, Dragoni (28'st Paoli); Cazzago (21'st Romagna), Bertoldi (43'st Ferraglia), Bardelloni.
A disposizione: Russo, Carella, Bertaso, Baronio, Trevisan.
Allenatore: Claudio Rastelli.
SAN GIORGIO (4-4-2): Negri Bevilacqua; Zulic (1'st Messner), Brugger, Althuber, Harrasser; Schwingshackl (44'st Hellweger), J. Bacher, Ritsch (43'st Felder), Treccani; Orfanello (24'st Gruber), Baldo (32'st Colosio).
A disposizione: Demetz, Mitterutzner, Trafoier, Lercher.
Allenatore: Patrizio Morini.
ARBITRO: Sfira di Pordenone (Codemo e Pandolfo di Castelfranco Veneto).
NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti Sorbo (T) per proteste, Scaglione (T) e Ritsch (S) per gioco falloso. Calci d'angolo 8 a 0 per il Trento. Recupero 2' + 5'.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

01 giugno - 18:40

Il presidente della Pat ha parlato a lungo anche della questione nidi e materne tradendo un pensiero evidentemente comune nella Giunta di vedere queste strutture come dei meri parcheggi di bambini. Tutto è ricollegato al tema economico: ''Così i genitori possono tornare a lavorare''. Si torna a circolare liberamente in regione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato