Contenuto sponsorizzato

Il Trento piega il Belluno ai rigori e passa il turno di coppa Italia

Calcio. Nel primo turno di coppa Italia i gialloblu vincono a Belluno ai rigori. Chiusi a reti bianche i 90 minuti regolamentari. Domenica prossima Trento in campo per il terzo impegno di coppa

Pubblicato il - 01 settembre 2018 - 20:00

TRENTO. Prosegue l'avventura del Trento nella coppa Italia di serie D. Il Trento piega ai rigori per 4-2 il Belluno dell'ex Roberto Vecchiato.

 

I gialloblu espugnano così Belluno dopo 90 minuti regolamentari chiusi a reti bianche e conquistano il pass per i trentaduesimi di finali di coppa.

 

Domenica prossima il sodalizio di via Sanseverino torna in campo per il terzo impegno consecutivo in coppa Italia ma, ad oggi, non sono ancora stati decisi gli accoppiamenti.

 

Il tecnico aquilotto Claudio Rastelli si affida al 3-5-2, ma varia qualche interprete in campo per dare spazio e minuti agli effettivi in rosa e trovare la giusta brillantezza in attesa del via ai campionati (Qui articolo).

 

Tra i pali ecco l'esordio di Russo (Barosi ai box per influenza), mentre in difesa ritorna Kostadinovic (squalificato contro il San Giorgio), Sorbo e Badjan completano la difesa. La linea mediana vede Romagna e Baronio, Trevisan, Dragoni e Selvatico agire alla spalle di Bosio e Bertoldi.

 

Il campo, pesante per la pioggia battente, vede partire meglio il Belluno: Marta Bettina, Bertagno e Quarzago si rendono pericolosi, ma Russo fa buona guardia. 

 

Al quarto d'ora arriva la prima azione gialloblu, ma nessuno raccoglie il traversone di Romagna, quindi sono ancora i padroni di casa a intessere le trame più interessanti. La verticalizzazione di Masoch libera Marta Bettina solo davanti a Russo, ma l'estremo difensore è abilissimo a chiudere lo specchio della porta in uscita.

 

La reazione del Trento è affidata a Bosio, ma la conclusione si stampa sulla traversa. Sul ribaltamento di fronte ancora Russo si fa trovare pronto e manda le squadre al riposo sul punteggio di 0-0.

 

L'equilibrio non si spezza nemmeno nella ripresa. Questa volta il Trento parte meglio, ma Bosio viene fermato in modo efficace dalla difesa bellunese. La fase centrale di gioco vede tante manovre, ma le occasioni latitano, quindi al 70' il Trento si affaccia nuovamente in avanti con Baronio e Dragoni, ma Pozzato non si fa sorprendere. 

 

Il Belluno è nella conclusione di Mosca in mischia ribattuta dalla difesa trentina. Nel recupero le squadre cercano il colpo grosso e la gara si infiamma. Palo di Miniati su punizione, quindi sulla ripartenza dei gialloblu arriva la conclusione di Furlan ribattuta dalla retroguardia di casa, Dragoni è il più lesto a raccogliere il pallone e insaccare, ma è in fuorigioco. Sono le ultime occasioni della partita. Si chiude 0-0.

 

Come nel turno preliminare di coppa Italia, in caso di parità non si sono previsti i supplementari e si passa direttamente ai rigori. Il Trento è più preciso: Furlan, Bertaso, Bosio e Bardelloni non sbagliano. Belluno in rete con Corbanese e Masoch, fatali gli errori di Bertagno (traversa) e Petdji (fuori).

 

BELLUNO-TRENTO 2-4 dcr (0-0)

Rigori: Bertagno (B) traversa, Furlan (T) gol, Corbanese (B) gol, Bertaso (T) gol, Petdji (B) fuori, Bosio (T) gol, Masoch (B) gol, Bardelloni (T) gol

 

BELLUNO (3-5-2): Pozzato; Visentin, Sommacal, Pellicanò, Petdji, Masoch, Bertagno, Quarzago, Mosca (34'st Miniati); Corbanese, Marta Bettina (16'st Salvadego).

A disposizione: Burigana, Pedrini, Gava, Chiesa, Spencer, Fiabane, Borgato.

Allenatore: Roberto Vecchiato.

TRENTO (3-5-2): Russo; Kostadinovic, Sorbo (37'st Zucchini), Badjan; Romagna (20'st Cazzago), Trevisan (23'st Furlan), Selvatico (23'st Bertaso), Dragoni, Baronio; Bertoldi (14'st Bardelloni), Bosio.

A disposizione: Conci, Scaglione, Paoli, Ferraglia.

Allenatore: Claudio Rastelli.

ARBITRO: Sfirro di Reggio Emilia (Amoroso di Piacenza e Concari di Parma).

NOTE: spettatori 300 circa. Campo pesante a causa della pioggia caduta prima e durante l'incontro. Ammoniti Sorbo (T), Badjan (T) e Bertaso (T) per gioco falloso. Calci d'angolo 5 a 3 per il Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 12:50

Tra le zone principali dello spaccio piazza Dante e piazza della Portela, l'operazione dei Carabinieri all'alba con le unità cinofile e gli elicotteri. Coinvolti tunisini, italiani e marocchini uniti da un modello organizzativo costituito da un vincolo gerarchico. Lo spaccio anche a Rovereto, Pergine, Riva del Garda e Arco 

01 dicembre - 13:30

La foto è stata pubblicata sul gruppo Facebook "S0S 47 Valsugana", il pericoloso episodio è avvenuto all'altezza di Cirè nelle scorse ore 

01 dicembre - 12:01

La notizia de il Dolomiti è stata ripresa dal giornalista Berizzi, che vive sotto scorta dopo le inchieste sull'estrema destra italiana, nella sua rubrica dal titolo ''Ruoli''. E proprio sul ''ruolo'' di Andrea Asson si discuterà in consiglio provinciale quando Bisesti dovrà rispondere all'interrogazione di Zeni: può uno che commenta la scelta del sindaco di Trento di rinunciare ai Mercatini scrivendo ''portae inferi non praevalebunt'' e che spiega di essere a Roma in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Wuhan, essere il braccio destro del numero uno alla cultura e all'istruzione?

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato