Contenuto sponsorizzato

Il Rugby Trento vince ancora e continua la corsa in testa alla classifica

Rugby. La formazione di coach Soldani regola i Leoni del Nord Est per 41-5. Unica nota negativa, l'infortunio a Lorenzo Giovannini, costretto ai box per un mese

Di Luca Andreazza - 19 novembre 2018 - 21:00

TRENTO. Altra affermazione per il Rugby Trento che sconfigge i Leoni del Nord Est e mantiene la testa del campionato in coabitazione con il Rugby Alto Vicentino.

 

Nonostante le tante assenze, tra le quali quelle di Cuka, Luca Bendin e Max Ruocco, i gialloblu regolano per 41 a 5 i Leoni del Nord Est.

 

Il Trento parte forte e segna tre mete nei primi venti minuti: due di Ben Jemia Houssem e Francesco Andreatta a indirizzare la gara, quindi i gialloblu si limitano a controllare la partita.

 

Nel secondo tempo ecco le mete di Luca Sembenotti e Simone Broll per mettere definitivamente in ghiaccio la partita in favore della squadra di coach Soldani.

 

Nel finale Davide Miccichè lascia partire i titoli di coda sul 41 a 5 per il Trento. 

 

L'unica nota negativa è l'infortunio alla mano per Lorenzo Giovannini, costretto ai box per circa un mese.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

25 gennaio - 08:56

Inutile la corsa all’ospedale  di Bergamo. Matteo, proveniente da Stazzona, è deceduto poco dopo l’arrivo nella struttura. Il giovane si trovava in zona assieme ad altri amici con la motoslitta

25 gennaio - 07:58

La posizione della giovane potrebbe essere archiviata nei prossimi giorni.  Gli investigatori stanno cercando di ricostruire con esattezza cosa possa essere successo in quel 'buco' di 40 minuti nel tragitto tra Bolzano e Ora. La ricostruzione fatta per ora dagli investigatori è che proprio quei minuti siano serviti al figlio della coppia per mettere i genitori senza vita in auto e gettarli poi nell'Adige

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato