Contenuto sponsorizzato

Il Trento cambia ancora, via Filippini. Squadra affidata a Claudio Rastelli

Calcio serie D. Secondo cambio stagionale sulla panchina del Trento. Dopo Roberto Vecchiato, saluta la truppa gialloblu anche Antonio Filippini. Redini affidate all'attuale direttore sportivo, ex Mezzocorona e Alto Adige

Di Luca Andreazza - 30 marzo 2018 - 17:08

TRENTO. Il pareggio contro la Romanese costa caro a Antonio Filippini. Dopo aver sollevato Roberto Vecchiato all'indomani della pesante sconfitta contro il Rezzato (Qui articolo), arriva così il secondo cambio in panchina per il Trento, in piena lotta salvezza in zona playout. E' Claudio Rastelli a prendere le redini della squadra fino a fine stagione per cercare di mantenere la serie D direttamente oppure tramite gli spareggi.

 

Subentrato alla quattordicesima giornata, proprio nell'esordio con sconfitta contro la Romanese, oggi l'ex Brescia e Paolo Quartuccio, allenatore in seconda, hanno rassegnato le proprie dimissioni per salutare la compagine gialloblu.

 

Nella giornata di ieri, il Trento è incappato nel pareggio in extremis, raggiunta dall'ultimissima della classe Romanese, compagine che non muoveva la classifica da quindici giornate, a quota undici punti, quattro dei quali racimolati proprio contro i trentini.

 

Una gara sofferta per i gialloblu al Briamasco, che dopo aver raggiunto per due volte i lombardi, sono passati in vantaggio per poi farsi riprendere in pieno recupero. Un'occasione persa per fare un balzo in avanti e restare in corsa (Qui articolo).

 

Dopo trentatré giornate il Trento langue al quindicesimo posto, alle spalle del Levico Terme guidato dall'ex Stefano Manfioletti, autore della scalata dalla Promozione alla serie D (Qui articolo), in ritardo di due punti dai termali, ma soprattutto quattro lunghezze da Crema e Ciliverghe Mazzano, le prime compagini a salvarsi direttamente.

 

Il bilancio di Antonio Filippini nell'esperienza gialloblu è di 7 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte. Ora il pallino passa a Claudio Rastelli, una soluzione in casa: già direttore sportivo dei gialloblu è stato 'promosso' a tirare fuori dalle secche il sodalizio di via Sanseverino. 

 

Il 'nuovo' tecnico, in possesso del patentino di Prima categoria-Uefa Pro, vanta un passato come allenatore alla 'Beretti' del Siena, così come Colligiana (serie D), Mezzocorona (serie D e serie C2), Pergocrema (serie C1), Feralpisalò (serie C2 e serie C1), Bassano Virtus (serie C2) e Alto Adige (Prima Divisione).

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'08 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 luglio - 13:11

L'assessore all'istruzione della Provincia di Trento si è distinto nelle ultime settimane per aver presenziato alle riaperture di tutte le scuole dell'infanzia possibili e immaginabili, con foto di lui in ogni posizione, e comunicati stampa al limite della propaganda. Il mondo della scuola resta tra quelli più trascurati dalla Giunta Fugatti e ancora non si hanno certezze circa le modalità di ritorno alle lezioni

09 luglio - 13:07

Superata la tensione, per la capo pattuglia, madre di due bambini, c’è stato spazio per un momento di commozione, in particolare quando la piccola, felice anche per essere salita a bordo di un’auto della polizia, è stata riportata dal padre che ha ringraziato i soccorritori

09 luglio - 12:21

Mirko Bertinazzo, coinvolto nel tamponamento in A22, è morto sul colpo quando l'auto sulla quale stava viaggiando si è scontrata con il rimorchio di un mezzo pesante. Il 38enne era seduto al posto del passeggero, in zona era conosciuto per aver militato in diverse squadre di calcio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato