Contenuto sponsorizzato

L'Aquila si inceppa sul più bello e perde dopo due overtime all'ultimo respiro

Basket. Avanti per buona parte della gara la Dolomiti Energia esce sconfitta per 105-106 nella quarta giornata di Eurocup. I bianconeri si fermano a un secondo dalla fine del secondo supplementare. Qualificazione appesa a un filo

Di Luca Andreazza - 24 gennaio 2018 - 21:39

TRENTO. La Dolomiti Energia cade in volata dopo due overtime al cardiopalma per 105-106 contro il Podgorica Buducnost nella quarta giornata di Eurocup. I montenegrini riescono a strappare una vittoria fondamentale in ottica europea e puntellano la propria classifica. Le speranze di passaggio del turno per Trento sono appesa a un filo.

 

Dopo un avvio positivo della Dolomiti Energia (22-20), Podgorica alza i giri del motore e allunga nella seconda frazione (19-26) per rientrare negli spogliatoi per il riposo lungo sul 41-46 di marca montenegrina. 

 

Al rientro sul parquet per il secondo tempo l'Aquila cambia marcia e il terzo parziale è completamente a tinte bianconere, un 23-11 per il 64-57 che permette alla Dolomiti Energia di mettere nel mirino la rimonta dei tredici punti di svantaggio accumulati nella gara precedente. 

 

Il Buducnost però non molla la presa sulla partita e nella quarta frazione (18-25) sfida diventa una 'gara da tre': da un parte Gutierrez, Gomes e Shields, dall'altra Ivanovic, Nikolic, Gordic e Gibson sono dei cecchini e non sbagliano un colpo. Il finale è teso e Podgorica impatta il risultato sull'82-82 che manda tutti all'overtime.

 

All'overtime la Dolomiti Energia scatta bene dai blocchi, ma Podgorica stringe i denti: prima recupera e poi ribatte colpo su colpo.  Un'Aquila Basket che, nonostante la stanchezza riesce a rimettersi in carreggiata e si porta avanti quando manca un secondo sul cronometro. Gomes però commette fallo e Nikolic non sbaglia dalla lunetta. Finisce 105-106 (23-24).

 

La cronaca. Le triple di Gibson e Sehovic inaugurano il primo quarto della gara e il punteggio è subito 2-6 in favore di Podgorica. Gutierrez pesca il canestro dalla distanza e rimette Trento in scia (5-6). Il messicano infila altri quattro punti consecutivi e la tripla di Forray dicono 12-6 per i bianconeri. L'Aquila resta avanti con Shields e Sutton per il 16-11, quindi gli ospiti reagiscono e impattano sul 18-18. La tripla di Silins chiude il periodo sul 22-20 per la Dolomiti Energia.

 

Pronti via per la seconda frazione e Podgorica confeziona il sorpasso: Barovic impatta e Doellman colpisce dalla distanza (22-26). Ivanovic incrementa il vantaggio e ci pensa la tripla di Gomes a interrompere la serie positiva dei montenegrini (25-28). Il Buducnost accelera però e si porta sul +7 (29-36). Hogue e Shields non ci stanno e pareggiano, quindi il finale vede ancora Podgorica scappare via sul 41-46 al riposo lungo.

 

Nel terzo periodo i montenegrini provano a incrementare il vantaggio, ma Hogue, Shields e Sutton cercano di tenere i bianconeri in partita (48-52). L'intensità della Dolomiti Energia: Forray e Hogue confezionano il sorpasso e Trento si porta sul +6 per il 58-52. La schiacciata di Gomes spinge i bianconeri sul +9 (61-52), ma Podgorica non molla e Barovic dice 61-54. Ancora Gomes e Sutton chiudono il parziale sul 64-57.

 

Il botta e risposta da tre tra Ivanovic e Nikolic da una parte, Gutierrez e Gomes dall'altra aprono il quarto parziale per il 69-66 a tinte bianconere. Gordic pesca un'altra tripla e firma il pareggio sul 69-69. Forray non sbaglia i liberi (72-69), ma Gibson cancella subito tutto per il nuovo pareggio (72-72), quindi Gutierrez rimette la Dolomiti Energia avanti sul 76-72. Ancora Shields e Nikolic dalla distanza fanno schizzare il punteggio sul +4 per l'Aquila: 81-77. Ivanovic e Gordic trovano però la forza di pareggiare sull'82-82. Si va all'overtime.

 

La tripla di Forray scalda il pubblico del PalaTrento nell'overtime per l'85-82. Ivanovic si esibisce nel 2/2 ai liberi, mentre Landry nell'1/2 per l'85-85. La Dolomiti Energia incassa e restituisce: Forray innesca Sutton per l'87-85, ma ancora Landry risponde subito per il pareggio. Ivanovic perde lucidità e prima subisce un tecnico e quindi manda in lunetta Flaccadori: Trento si porta sul +3 (90-87). Forray trova ancora un canestro per il 92-87.  Gibson non si arrende e accorcia, quindi Sutton ristabilisce le cinque lunghezze di distanza (94-89). Forray racimola il quinto fallo e Nikolic non sbaglia dalla lunetta per il 94-91. Gordic impatta sul 94-94 per il secondo extra-time: Il Buducnost andrebbe a canestro, ma fuori tempo e dopo diversi minuti tra video-check e confronto tra gli arbitri, i punti vengono tolti e si va avanti. Anche questa volta l'Aquila parte meglio: tripla Gomes per il 97-95, ma il pareggio è presto servito da Landry. Podgorica ritorna avanti, ma Franke impatta, quindi i tre punti di Sheovic portano il punteggio sul 99-102. Ancora Franke accorcia subito (101-102). Godic affonda il colpo per il 101-104. Flaccadori non si arrende per il 103-104. E Shields quasi sulla sirena scrive il 105-104. Manca un secondo, ma il finale però non è ancora scritto: Gomes commette su Nikolic: il 2/2 ai liberi vale il 105-106.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.35 del 11 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 dicembre - 19:46

Il versamento a Fratelli d'Italia è apparso nell'ultima inchiesta fatta dall'Espresso. L'attuale presidente dell'associazione è Sergio Berlato, ex Alleanza Nazionale e eletto in Europarlamento quest'anno con Fratelli d'Italia. L'ex presidente dei cacciatori è stata eletta nel 2018 in Parlamento sempre con il partito della Meloni 

11 dicembre - 16:21

Il sindacato si scaglia contro il disegno di legge sponsorizzato da Fugatti “Ritorsioni della provincia verso i familiari dei condannati”. Qualora la norma fosse approvata la Fiom fa appello al governo nazionale “affinché blocchi questo gravissima e insensata deriva della democrazia”

11 dicembre - 18:31

L'incidente avvenuto questo pomeriggio in A22, fra i caselli di Egna e Bolzano Sud in direzione nord, si è concluso purtroppo con la morte di uno dei conducenti dei mezzi coinvolti. Sul posto era dovuto intervenire l'elicottero dei soccorsi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato