Contenuto sponsorizzato

L'Itas surclassa Latina e vince in scioltezza

Partita senza storia al PalaTrento con la Trentino Volley che dimostra di essere di un altro livello rispetto ai laziali

Foto Trabalza
Pubblicato il - 07 novembre 2018 - 22:00

TRENTO. Trentino Volley, avanti tutta. La squadra guidata da coach Lorenzetti non conosce sosta e a tre giorni dalla sconfitta maturata praticamente all'ultimo punto del tie-break contro la Lube, ritorna in campo con la stessa grinta ed energia ma è meno Kovacevic dipendente, della scorsa partita, e davanti a sé non ha la corazzata Civitanova. C'è Latina che gioca bene, cerca di tenere il passo, nel secondo parziale a set praticamente perso tenta di rientrare mostrando carattere, ma l'Itas è di un altro livello

 

Il primo set vede il manone di Kovacevic andare a segno tipo martello pneumatico: quattro punti dei primi cinque dei gialloblù sono suoi (tre attacchi e un muro) ed è subito 5-1. Il match prosegue senza problemi per Trento che raggiunge il 7-2 ma a quel punto Latina mette il turbo e accorcia sino al meno due (9-7). Vettori (12-7) e poi ancora con Kovacevic (18-10) riallungano e il finale di set è tutto trentino (25-19 il finale).

 

Secondo set simile al primo. I gialloblù partono forte, Latina accorcia poi i trentini strappano e arrivano sul 20 a 14. Poi Latina prova a rientrare ma sul più bello Trento chiude la pratica su un tranquillo 25 a 20 (con tre punti in fila di Lisinac).

 

Terzo parziale stesso copione. Trento parte bene e arriva sul 6 a 3 ma in un attimo Latina riesce ad accorciare e ad impattare sul 6 a 6 e a passare in vantaggio sul 6 a 7 ma Russel e Kovacevic non conoscono sosta e in un attimo è 9 a 7 e 16 a 10. A quel punto Trento tira il fiato e Latina accorcia sul 18 a 14 ma l'inerzia del match è tutta per i padroni di casa che chiudono sul 25 a 19.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 19:42

Se le opposizioni politiche sono subito intervenute per manifestare un grande sconcerto per il taglio da 5 milioni di euro, le associazioni sono uscite frastornate nel leggere il provvedimento. "Non vogliamo fare polemica - dice Anzi - ma la richiesta è quella di confrontarsi con l'assessore e il servizio perché la delibera lascia ancora molti aspetti da chiarire

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato