Contenuto sponsorizzato

Nicola Turrini polverizza il tempo di René Gusperti, nuovo record provinciale e regionale dopo 14 anni

Nuoto. Il record resta in 'casa', un passaggio di testimone tra l'allenatore con due Olimpiadi alle spalle e il giovane atleta della Snd Nuotatori Trentini

Di Luca Andreazza - 17 aprile 2018 - 17:28

TRENTO. Dopo 14 anni cade il record provinciale e regionale di René Gusperti nei 50 stile libero, ci pensa Nicola Turrini. Un simbolico passaggio di testimone tra due portacolori, oggi in veste ovviamente diversa (allenatore il primo, atleta il secondo) della Snd Nuotatori Trentini.

 

Un finale di stagione davvero positivo per la società del presidente Nerio Danieli in grado di raccogliere risultati e indicazioni dall'uscita in quel di Riccione per i Campionati italiani assoluti e i Criteria giovanili.

 

Dopo l'incetta di medaglie targata Sara Gusperti e rilievi cronometrici interessanti (Qui articolo) ai Criteria, l'ottima performance di Bruna Pesole che potrebbe valere la convocazione in azzurro (Qui articolo) e la storica riconferma al terzo posto a livello nazionale in serie A2 per la Snd Nuotatori trentini (Qui articolo) nella kermesse tricolore, arriva ora il record stabilito da Nicola Turrini.

 

L'atleta veronese cresciuto però nelle vasche trentine è riuscito, infatti, a fermare il cronometro sul tempo di 22.15 per mettere in archivio il precedente record di Gusperti, tra i punti di riferimento di questo settore a livello italiano tra 15 titoli individuali e 18 staffette, tantissimi record e tempi eccellente. Una carriera impreziosita dalla partecipazioni alle Olimpiadi di Barcellona '92 e Atlanta '96.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 11:04

L’uomo non è l’unico essere vivente a intrecciare relazioni con le altre specie, per esempio corvi e lupi possono collaborare fra loro con gli uccelli che indicano ai carnivori la presenza di prede o carcasse. Ma non solo perché alcuni corvi sono stati visti giocare con i cuccioli del branco

20 gennaio - 11:39

Nel nuovo bollettino sul Coronavirus in Alto Adige sono stati registrati 441 nuovi positivi e 4 decessi. Il bilancio delle vittime sale così a 530 solamente in questa seconda ondata. Aumentano i ricoveri. Nella giornata di martedì il presidente Arno Kompatscher aveva annunciato nuove restrizioni in caso di peggioramento della situazione epidemiologica

20 gennaio - 10:58

Le capre sono state affidate a numerosi allevatori. L'avvocato Schuster rilancia il progetto di rilevare l’azienda agricola nata dalla passione e dall’intuizione di Agitu per garantire continuità al suo progetto. Tutto questo con i soldi che sono stati raccolti 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato