Contenuto sponsorizzato

Nicola Turrini polverizza il tempo di René Gusperti, nuovo record provinciale e regionale dopo 14 anni

Nuoto. Il record resta in 'casa', un passaggio di testimone tra l'allenatore con due Olimpiadi alle spalle e il giovane atleta della Snd Nuotatori Trentini

Di Luca Andreazza - 17 aprile 2018 - 17:28

TRENTO. Dopo 14 anni cade il record provinciale e regionale di René Gusperti nei 50 stile libero, ci pensa Nicola Turrini. Un simbolico passaggio di testimone tra due portacolori, oggi in veste ovviamente diversa (allenatore il primo, atleta il secondo) della Snd Nuotatori Trentini.

 

Un finale di stagione davvero positivo per la società del presidente Nerio Danieli in grado di raccogliere risultati e indicazioni dall'uscita in quel di Riccione per i Campionati italiani assoluti e i Criteria giovanili.

 

Dopo l'incetta di medaglie targata Sara Gusperti e rilievi cronometrici interessanti (Qui articolo) ai Criteria, l'ottima performance di Bruna Pesole che potrebbe valere la convocazione in azzurro (Qui articolo) e la storica riconferma al terzo posto a livello nazionale in serie A2 per la Snd Nuotatori trentini (Qui articolo) nella kermesse tricolore, arriva ora il record stabilito da Nicola Turrini.

 

L'atleta veronese cresciuto però nelle vasche trentine è riuscito, infatti, a fermare il cronometro sul tempo di 22.15 per mettere in archivio il precedente record di Gusperti, tra i punti di riferimento di questo settore a livello italiano tra 15 titoli individuali e 18 staffette, tantissimi record e tempi eccellente. Una carriera impreziosita dalla partecipazioni alle Olimpiadi di Barcellona '92 e Atlanta '96.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 luglio - 05:01

L’assestamento di bilancio presentato dalla giunta Fugatti non convince, Rossi: “Pura propaganda, se poi non si stanziano i fondi le grandi opere rimarranno solo sulla carta, gli unici cantieri che sono stati avviati sono collegati alle opere pensate nella scorso legislatura”. Per gli imprenditori le chiusure domenicali provocheranno la fuga dei consumatori verso Bolzano e il Veneto

12 luglio - 20:06

C’è sconcerto tra i segretari di Cgil, Cisl e Uil che, durante l’audizione in prima commissione del Consiglio provinciale, hanno appreso che la manovra di fatto prevede tagli al bilancio provinciale per 100 milioni di euro sul 2020 e per 200 milioni di euro sul 2021

12 luglio - 18:02

Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia. La Pat: "Rispetto a ieri migliorano decisamente i dati riferiti al contagio a Covid-19 in Trentino". In Alto Adige sono stati registrati 5 casi di nuova positività

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato