Contenuto sponsorizzato

Andrea Righettini è un cannibale, si prende la Val di Non e il Circuito Trentino mountainbike

Domenica 15 settembre a Cavareno, si è concluso il Circuito Trentino Mtb. A inizio primavera la ValdiNon Bike, da prima tappa era scivolata in coda, rimandata a fine estate a causa del forte maltempo che aveva caratterizzato l’avvio di stagione, si è svolta in una giornata perfetta la decima edizione della kermesse nonesa

Foto di Daniele Mosna
Pubblicato il - 16 settembre 2019 - 11:52

CAVARENO. La gara maschile viene vinta in solitaria da Andrea Righettini (Gs Cicli Olympia), davanti ad Armin Dalvai (Velo Club Garda) e Nicolò Zoccarato (Omap Cicli Andreis). Gara femminile dominata da Katazina Sosna (Asd Torpado-Alto Adige), protagonista assoluta davanti a Simona Mazzucotelli (Gs Massì Supermercati) e a Lorena Zocca (Sc Barbieri). A Cavareno si chiudono anche i giochi per il Trentino Mtb 2019: leader assoluti Righettini e Zocca. 

 

Domenica 15 settembre a Cavareno, si è concluso il Circuito Trentino Mtb. A inizio primavera la ValdiNon Bike, da prima tappa era scivolata in coda, rimandata a fine estate a causa del forte maltempo che aveva caratterizzato l’avvio di stagione, si è svolta in una giornata perfetta la decima edizione della kermesse nonesa. 

 

Il via è stato dato alle 10.30 dal centro sportivo, sulla linea di partenza tutti i leader, assoluti e di categoria, del Circuito a difendere le rispettive maglie, in primis Lorena Zocca (Sc Barbieri) e Andrea Righettini (Gs Cicli Olympia). Presente anche Katazina Sosna che torna a Cavareno dopo quattro anni, reduce da un’estate di successi.  

 

Percorso completamente rinnovato che ha prediletto gli sterrati e il legame con lo straordinario contesto naturale di questo territorio, quaranta chilometri con un dislivello di 1.450 metri. Essenzialmente, la gara prevedeva due capitoli: una lunga ed impegnativa salita fino al Gpm e la discesa, molto tecnica e veloce, completamente nel bosco. Epilogo di piacevoli saliscendi fino all’arrivo. Una gara che si è giocata sulla salita che portava al Gpm a Malga di Romeno (1.693 metri), anche se la discesa richiedeva agli atleti una particolare interpretazione oltre che a lasciare andare la bici.

 

 

Capitolo Circuito, oltre ad incoronare Lorena Zocca e Andrea Righettini leader assoluti, la ValdiNon Bike sancisce il responso finale sui leader di categoria: Thomas Pedrotti (Asd Chero Group Team Sfrenati) cat. Elite Sport, Elia Andriollo (GS Lagorai Bike) Junior, Manuel Verra (Fassa Bike) Master 1, Andrea Zamboni (Carina - Brao Caffè) Master 2, Massimo Piva (SC Pergine) Master 3, Mauro Giovanetti (Acd Bik Bike) Master 4, Michele Bazzanella (Team Todesco) Master 5 e Paolo Birello (GS Scavezzon) Master 6+. Per quanto riguarda i team, il Team Todesco primeggia davanti al Team Giuliani Cicli Arco e ad Asd Chero Group Team Sfrenati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 ottobre - 06:01

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, non si fermano le polemiche. Il consigliere provinciale Alex Marini ha pubblicato su facebook la notizia che verrà querelato per le dichiarazioni alla stampa sul collega ed altri. Filippo Degasperi risponde, non risparmiando critiche per l'atteggiamento e i diversi punti sollevati dall'intervista incriminata. E chiede ironico: "Ma chi è, Savonarola?"

17 ottobre - 19:13

La vicenda legata alla serata organizzata dall'Udu (e saltata perché ci sono stati dei problemi con la documentazione) è finita sulla prima pagina del Giornale soprattutto per la protesta del Collettivo Refresh contro il giornalista. Una protesta dai toni sbagliati che ha prestato il fianco a una descrizione di Trento da anni di piombo. Bisesti non ha smorzato la polemica mentre il Rettore e l'Udu hanno spiegato come sono andate le cose

17 ottobre - 20:01

L'incidente è avvenuto al confine tra Mantova e Verona. Sul posto la polizia stradale e le forze dell'ordine. Il soccorsi sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato