Contenuto sponsorizzato

Fantastico Yeman Crippa, riprende e stacca i fuggitivi. Oro in coppa Europa

L'azzurro vince in coppa Europa nei 5 mila metri a Bydgoszcz in Polonia. Crippa chiude davanti a Wanders (Svizzera) e Petros (Germania), che completano il podio

Pubblicato il - 10 agosto 2019 - 19:56

BYDGOSZCZ (Polonia). Grande assolo di Yeman Crippa, l'azzurro vince in coppa Europa nei 5 mila metri a Bydgoszcz.

 

Il trentino chiude davanti a tutti e porta la seconda medaglia d'oro all'Italia nella kermesse di atletica in corso di svolgimento in Polonia.

 

Grande ultimo giro di Yeman Crippa che è andato a riprendere i fuggitivi e quindi li ha staccati. 

 

L'azzurro fa segnare il tempo di 13’43″30 davanti a Wanders (Svizzera) in 13’45″31. Terzo il tedesco Petros in 13’50″45 a completare il podio.

 

Via via tutti gli altri, Francia, SpagnaSvezia, Repubblica Ceca, Grecia e Gran BretagnaPolonia, UcrainaFinlandia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 luglio - 13:15

Hanno creato qualche discussione i compensi apparsi nella sezione trasparenza del Centro Servizi Santa Chiara per l'organizzazione dell'ultima edizione delle Feste Vigiliane. Soprattutto l'importo dato a Marco Lazzeri che ha avuto l'incarico di coordinare l'intera organizzazione dell'evento e trovare gli sponsor

14 luglio - 13:04

"Campi della legalità 2020- Estate in campo" è un'iniziativa organizzata da Arci e cooperativa Altrimondi per sensibilizzare i ragazzi sull'importanza della lotta contro la mafia, accompagnandoli in un percorso di formazione e sul campo, che li porterà a passare un periodo a Corleone. Ecco come iscriversi

14 luglio - 12:12

Nel giorno dell'anniversario del rogo del Narodni Dom, con cui gli squadristi diedero alle fiamme il Centro culturale sloveno a Trieste, i presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e della Repubblica slovena Borut Pahor si sono tenuti per mano nell'omaggio delle vittime dell'odio interetnico di entrambe le nazionalità. Il gesto storico non può che dare il buon esempio per la costruzione della convivenza e per il superamento del nazionalismo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato