Contenuto sponsorizzato

Presentato Justin Knox il nuovo centro della Dolomiti Energia

Oggi alla Blm Group Arena il benvenuto dei bianconeri al nuovo lungo. Justin Knox: "Voglio migliorare in ogni partita e allenamento, ma soprattutto vincere con i miei compagni." Trainotti: "Cercavamo proprio un giocatore come lui"

Di Mattia Sartori - 13 agosto 2019 - 18:55

TRENTO. Esperienza, questa la caratteristica che, a sua detta, descrive di più il nuovo centro della Dolomiti Energia Trento, Justin Knox. Dopo aver giocato in svariati Paesi (USA, Turchia, Bielorussia, Malesia, Olanda, Porto Rico e Bulgaria), il gigante originario dell'Alabama approda in Trentino. Con i suoi 206 cm e 110 kg sarà uno dei centri di riferimento per coach Brienza assieme al già conosciuto Luca Lechthaler.

 

Il GM Trainotti oggi gli ha dato il benvenuto dicendo: "Cercavamo un giocatore con le sue caratteristiche, uno che nel suo ruolo faccia bene tutto e che sia già esperto del campionato italiano".

 

Knox, oltre a definirsi un giocatore d'esperienza, dichiara: "So adattarmi ai bisogni della squadra e do il massimo per contribuire in modo efficace. Sono versatile, a seconda di cosa mi concede la difesa posso attaccare spalle a canestro o sfruttare il tiro dalla media. In ogni caso cerco sempre di creare spazio e vantaggio per i miei compagni e per me". Come obiettivi personali Justin si pone una crescita completa su entrambi i lati del campo, frutto di quello che si prospetta essere un grande lavoro sia sul parquet che in allenamento, ma soprattutto dichiara di voler vincere assieme ai compagni, spingendo il gruppo a raggiungere grandi obiettivi.

 

 

"Ho scelto Trento per come me ne hanno parlato molti giocatori passati da qui - specifica - la conosco come un'organizzazione e una squadra di alto livello. Avrò anche la possibilità di confrontarmi con la competizione a livello europeo grazie all'Eurocup e potrò lavorare con coach Brienza. L'ho conosciuto nel 2018 a Capo d'Orlando, nonostante abbia passato lì solo tre mesi ho imparato molto da lui, è una persona molto professionale e minuziosa. Con i compagni dovremo lavorare molto sulla chimica sia fuori che dentro il campo nelle prossime settimane. Sono molto fiducioso e penso di poter anche trasmettere molte delle mie conoscenze sul gioco in post ai più giovani, in particolare a Mezzanotte".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 10:01
"Sono l'ultimo che dovrebbe fare la morale a chi vuole divertirsi, ma quello che state lasciando in piazza d'Arogno è uno schifo". Così il [...]
Società
21 giugno - 10:17
Sono quattro le tonche che quest'anno hanno portato le immersioni nel fiume Adige. Protagonista il "giudice" Lucio Gardin. Molte le persone che non [...]
Cronaca
21 giugno - 11:39
Il Soccorso alpino e speleologico veneto è entrato in azione verso le 19 di ieri sera (20 giugno), dopo che marito e moglie di Mirano hanno [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato