Contenuto sponsorizzato

Tre fratelli, tutti e tre convocati in rappresentativa, i Vivian da record

Un'intera famiglia si sposta nel materano, i fratelli Luca, Mirco e Davide Vivian difendono i colori del Trentino nel trofeo delle regioni

Di Luca Andreazza - 29 aprile 2019 - 20:30

TRENTO. I fratelli Vivian alla conquista della Basilicata. Nella giornata di 29 aprile ha preso il via il torneo delle regioni di calcio a 5 e tra le rappresentative figura, ovviamente, anche quella del Trentino

 

La particolarità? Una famiglia si sposta nel materano perché tra i convocati della rappresentativa trentina ci sono i fratelli Luca, Mirco e Davide Vivian di Canzolino.

 

Il più piccolo, Davide (classe 2005), portacolori dell'Alta Valsugana Calcio è stato selezionato da Ivan Sanibondi, mentre Mirco (classe 2002) in forza all'under 19 del Trento è stato convocato da Flavio Gaddo.

 

Il più grande, Luca (classe 1999) del Trento, difende invece i pali della squadra di Marco Montagni.

 

Il trofeo delle regioni torna in Basilicata dopo sette anni per il calcio a 5 e tocca prevalentemente il territorio che insiste nella provincia di Matera, anche per onorare l'appuntamento quale capitale europea della cultura.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

28 novembre - 20:00

A livello territoriale, attualmente non ci sono Comuni che entrano in zona rossa, mentre per Castello Tesino, Baselga di Pinè e Bedollo le stringenti limitazioni sono agli sgoccioli. Fugatti: "C'è qualche caso ma sono territori ben sotto i mille abitanti e quindi li prendiamo in considerazione perché contagio è circoscritto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato