Contenuto sponsorizzato

Andrea Grammatico non delude le attese: vince la quarta edizione dello Slalom Val di Sole davanti a Zanoni

Al volante della Radical SR4 Suzuki, ha interpretato al meglio il suggestivo tracciato che porta da Dimaro a Folgarida, 4 chilometri con 14 birillate, impreziosito da lunghi tratti asfaltati di fresco, facendo valere l’esperienza e la qualità della propria vettura

Alessandro Zanoni - Gloria C8P Suzuki - 2° assoluto (Foto di Lara Cannistrà)
Pubblicato il - 13 settembre 2020 - 17:21

DIMARO FOLGARIDA. Missione compiuta per Andrea Grammatico. Il pilota torinese ha vinto ieri la quarta edizione dello "Slalom Val di Sole", mantenendo fede al pronostico, che lo voleva favorito in virtù dell’indiscutibile pedigree, benché fosse all'esordio nella competizione organizzata dalla scuderia Adige Sport. Ha fatto centro al primo tentativo, un miglioramento progressivo del punteggio di manche in manche per tenersi dietro tutti gli altri in ciascuna delle tre salite: 171,92 nella prima, 170,93 nella seconda, 168,11 nella terza i suoi score.

 

Al volante della Radical SR4 Suzuki, ha interpretato al meglio il suggestivo tracciato che porta da Dimaro a Folgarida, 4 chilometri con 14 birillate, impreziosito da lunghi tratti asfaltati di fresco, facendo valere l’esperienza e la qualità della propria vettura.

 

A tenergli testa con maggiore determinazione è stato il veronese Alessandro Zanoni su Gloria C8P Suzuki, che si è giocato le proprie carte migliori (le gomme nuove) nella prima manche, commettendo però nella circostanza qualche piccolo errore che gli ha impedito di alimentare il sogno di vincere per la prima volta questa gara. Terzo posto per l'esperto Enrico Zandonà sulla Wolf Thunder Gb08 e quindi Thomas Pedrini su Radical Prosport.

Bel quinto posto per il genovese Stefano Repetto su Fiat 500 Suzuki (181,47 nella terza sfida), che ha agevolmente preceduto il meranese Ronny Marchegger su Gloria C8 (186,55 nella seconda salita) e il siracusano Giuseppe Caruso su Radical SR4 Suzuki (188,42 nella prima manche). Con la sola prima salita all’attivo Giuseppe Scozzafava, altro torinese della scuderia Wrt Winners di Grammatico, ha raccolto l’8° posto assoluto prima di abbandonare la gara, in una giornata in cui ancora peggio è andata a Daniele Cristofaro (Formula Arcobaleno) e Roman Gurschler (Fiat 500 Hayabusa), che non sono nemmeno riusciti a terminare la prima manche, il primo per problemi meccanici, il secondo perché ha sbattuto violentemente contro la roccia nel mezzo dell’ultima birillata. Ha approfittato Massimo Burchiellaro (Peugeot 106) e Joachim Pedross (Fiat 500 Opel), che si sono portati via gli ultimi due posti della top ten. Il primo si è anche imposto nel gruppo E1, Siegfried Fedrigotti (Ford Escort Cosworth) ha primeggiato nel gruppo A, Christian Manzoni (Citroen Saxo) nel gruppo N, Helmuth Winkler (Renault Clio Cup) nel gruppo Rsp, Fulvio Bolfelli (Renault Clio) nel gruppo Rs.

Si è trattato di un’edizione particolare dello "Slalom Val di Sole", organizzata per la prima volta nella giornata di sabato e in assenza di pubblico, come impongono le norme sanitarie vigenti. Un contributo determinante all’organizzazione hanno dato alcuni albergatori locali, che hanno offerto il proprio personale supporto alla scuderia Adige Sport.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

19 settembre - 12:36

L'allerta è scattata intorno alle 7.30 di oggi, sabato 19 settembre, sull'Agner. Il 23enne stava procedendo in conserva insieme al compagno di cordata sulla parte sommitale dello zoccolo dello Spigolo nord. In azione il Pelikan di Bolzano, il Soccorso alpino di Agordo e l'equipe medica

19 settembre - 11:02

Salgono a quasi 1800 le persone in quarantena e di queste una cinquantina sono di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta. Il rapporto tamponi – contagi rimane sopra l'1% 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato