Contenuto sponsorizzato

L'emergenza coronavirus ferma il Giro d'Italia. La partenza della corsa rosa è stata posticipata

Il Giro d'Italia sarebbe dovuto partire sabato 9 maggio da Budapest, ma il governo ungherese a causa della diffusione del coronavirus ha dichiarato lo stato di emergenza. Questo provvedimento proibisce l'organizzazione di eventi di massa e rende impossibile organizzare eventi internazionali

Pubblicato il - 13 marzo 2020 - 15:32

TRENTO. E' stata posticipata la partenza del Giro d'Italia 2020. L’edizione numero 103 della corsa rosa deve rivedere i piani e la nuova data non verrà annunciata prima del 3 aprile quando terminano le disposizioni previste nel Dpcm e il confronto con governo, enti locali e territoriali, istituzioni sportive italiane e internazionali.

 

Il Giro d'Italia sarebbe dovuto partire sabato 9 maggio da Budapest, ma il governo ungherese a causa della diffusione del coronavirus ha dichiarato lo stato di emergenza. Questo provvedimento proibisce l'organizzazione di eventi di massa e rende impossibile organizzare eventi internazionali. 

 

 Il Comitato organizzatore delle tappe ungheresi del Giro d'Italia ha dichiarato l’impossibilità di ospitare la partenza della corsa rosa in Ungheria nelle date inizialmente previste.

 

Così Rcs e la componente ungherese hanno ribadito la determinazione a lavorare insieme per consentire al Giro d'Italia di partire dall'Ungheria in una data successiva.

 

Anche per la situazione a livello nazionale e internazionale per il momento viene tutto sospeso e la data del Giro d'Italia è stata posticipata. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 06:01

Ci auguriamo che non ci sia una ''prossima volta'' parlando di epidemie e che quindi questa sia solo un'uscita infelice di Segnana, l'attacco a un organismo professionale che in questi mesi non si è risparmiato per cercare di risolvere le criticità, senza magari tutti quegli elementi in mano alla task force e l'esecutivo, appare davvero ingeneroso

24 maggio - 19:27
Complessivamente ci sono 5.399 casi e 461 decessi da inizio emergenza coronavirus in Trentino. I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone a 0,71%. Sono 12 i nuovi positivi, 9 con sintomi negli ultimi 5 giorni e 3 con screening
24 maggio - 18:58
I tamponi analizzati sono stati 1.694 per un rapporto contagi/tampone che resta sotto la soglia dell'1% di test positivi, a 0,71% per la precisione. Sono 4 i pazienti nei reparti di terapia intensiva. Il Trentino si porta complessivamente a 5.399 casi da inizio emergenza coronavirus
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato