Contenuto sponsorizzato

Buon esordio del Trento in serie C contro il blasonato Piacenza. I gialloblù strappano un punto in trasferta

Il Trento di Carmine Parlato torna dalla complicata trasferta di Piacenza con un punto. Al Garilli termina 0-0 il ritorno tra i pro dei gialloblù a 18 anni dall'ultima apparizione nell'allora serie C2 e dopo 30 anni dall'ultimo passaggio in terza serie

Di Luca Andreazza - 29 agosto 2021 - 19:51

PIACENZA. Pareggio per il neopromosso Trento nel debutto in serie C. La difesa gialloblù imbriglia Edgaras Dubickas, regge contro il Piacenza e si assicura il primo punto di questa stagione. Una prestazione quadrata per la squadra di via Sanseverino nel ritorno tra i professionisti. 

 

Dopo il vittorioso esordio in coppa Italia contro la Triestina e il pass strappato per secondo turno della manifestazione, il Trento si è tuffato nel campionato di terza serie nazionale e torna dalla complicata trasferta di Piacenza con un punto. Al Garilli termina 0-0 il ritorno tra i pro dei gialloblù a 18 anni dall'ultima apparizione nell'allora serie C2 e dopo 30 anni dall'ultimo passaggio in terza serie. 

 

Un Trento solido e attento quello andato in scena a Piacenza, la truppa di Carmine Parlato tiene bene il campo, magari non crea grossi pensieri alla retroguardia di casa ma rischia poco contro la squadra guidata da Cristian Scazzola (ex tecnico di Pro Belvedere Vercelli, Pro Vercelli, Siena, Casertana, Cuneo Alessandria), formazione che ambisce almeno a raggiungere la zona playoff e giocarsi le proprie carte per il salto in serie B.

 

Il primo tempo è dai ritmi bassi con il Piacenza cerca di dettare le danze e di trovare il varco giusto ma si oppone una difesa gialloblù è concentrata. Il Trento gioca in maniera ordinata e non lascia spazio alle manovre biancorosse. L'equilibrio non si spezza e le occasioni nitide latitano su entrambi i fronti: l'unica grandissima opportunità viene sprecata da Parisi, così le squadre si dirigono negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

 

Nella seconda frazione il Piacenza gestisce ancora le operazioni e cerca di alzare il baricentro, la retroguardia trentina è ancora attenta. I biancorossi si rendono pericolosi intorno all'ora di gioco: ci prova Gissi in due circostanze prima, poi c'è la conclusione di Dubickas (nazionale lituano, ex di Lecce, Sicula Leonzio, Gubbio e Livorno) che viene deviata sul fondo. Nulla di fatto

 

Il Trento si fa vedere quando scocca il minuto numero 66: Ferrara imbecca Barbuti in area, il tiro dell'attaccante si perde però a lato. La risposta del Piacenza è nel colpo di testa di Gonzi con Cazzaro chiamato agli straordinari per togliere la palla dalla porta: un grande intervento dell'estremo difensore gialloblù.

 

Il Piacenza preme fino all'ultimo senza trovare il guizzo mentre il Trento che predilige le ripartenze. E proprio così arriva la migliore occasione per i gialloblù ormai agli sgoccioli della gara. Palla recuperata, percussione di Galazzini e Bobb (ex di Cittadella, Taranto, Padova, Reggiana, Cuneo, Lecco e Livorno) interviene fallosamente al limite dell'area. La punizione, da posizione interessante, viene scodellata in mezzo ma la difesa di casa sbroglia la situazione. E' l'ultima opportunità della gara. Il ritorno tra i pro si chiude a reti inviolate. Ora i gialloblù sono attesi dalla sfida contro la Pro Patria.

 

CLASSIFICA: Padova 3, AlbinoLeffe 3, Fiorenzuola 3, Juventus Under 23 3, Giana Erminio 3, Pro Vercelli 3, Suedtirol 3, Legnago Salus 1, Mantova 1, Piacenza 1, Seregno 1, TRENTO 1, Triestina 1, FeralpiSalò 0, Pergolettese 0, Pro Patria 0, Lecco 0, Pro Sesto 0, Virtus Verona 0, Renate 0

 

PIACENZA - TRENTO 0-0

 

Piacenza: Stucchi; Armini, Codromaz, Marchi; Parisi, Bobb, Suljic, Giordani; Corbari (11’st Gissi), Gonzi (40’st Spini); Dubickas (36’st Rabbi).

A disposizione: Pratelli, Libertazzi, Tafa, Lamesta, Burgio, Marino.

Allenatore: Cristiano Scazzola.

Trento: Cazzaro; Dionisi, Trainotti, Carini, Simonti; Caporali, Nunes, Osuji (15’st Pattarello); Belcastro; Chinellato (15’st Ferrara), Barbuti (34’st Galazzini).

A disposizione: Chiesa, Oddi, Scorza, Ruffo Luci, Bigica, Seno.

Allenatore: Carmine Parlato.

Arbitro: Gemelli di Messina (Assistenti: De Nardi di Conegliano e Santarossa di Pordenone. IV Ufficiale: Emmanuele di Pisa).

Note: giornata calda. Spettatori 1.000 circa. Ammoniti Armini (P), Trainotti (T), Pattarello (T), Belcastro (T), Dionisi (T). Calci d’angolo 5 a 2 per il Piacenza. Recupero 1’ + 5’.

 

FeralpiSalò-Fiorenzuola 1-2

Renate-Padova 0-3

Suedtirol-Virtus Verona 1-0

Legnago Salus-Mantova 1-1

Triestina-Seregno 0-0

Giana Erminio-Pro Sesto 1-0

Pergolettese-Juventus Under 23 1-2

Pro Patria-AlbinoLeffe 1-2

Pro Vercelli-Lecco 1-0

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 ottobre - 20:01
La denuncia è arrivata dal Gruppo MeToo Rovereto e riguarderebbe un dipendente dell'Apss del reparto otorinolaringoiatra di Rovereto poi [...]
Politica
27 ottobre - 20:52
Il consigliere comunale Walter Lenzi ha presentato un'interrogazione alla Giunta Ianeselli (firmata da tutti i capogruppo di maggioranza) per [...]
Cronaca
27 ottobre - 20:46
L'incidente è avvenuto in via Fratelli Fontana. I pezzi del pullman hanno colpito uno scooter in transito. Una persona è stata trasferita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato