Contenuto sponsorizzato

Calcio e integrazione, la 'multietnica' Intrecciante torna a giocare in casa con una rosa rinnovata e un nuovo campo

Nata nel 2018 per facilitare l’inclusione sociale di giovani e giovanissimi in attesa di ricevere risposta alla domanda di asilo o protezione internazionale, per la prima partita in casa della stagione 2021/2022 l’Asd Intrecciante giocherà sul nuovo campo di San Bartolomeo, in via degli Olmi. L’appuntamento è per lunedì 25 ottobre alle 20 e 45 contro l’Asd Alta Giudicarie

Di F:S. - 22 ottobre 2021 - 11:20

TRENTO. È un progetto nato per legare, per unire culture diverse in un dialogo costruito sui valori dello sport e sull’inclusione (Qui Articolo): l’Asd Intrecciante è pronta per la prima partita casalinga della stagione 2021-2022 del campionato amatori, quest’anno nel nuovo campo di San Bartolomeo. L’appuntamento è per lunedì 25 ottobre alle 20 e 45 in via degli Olmi, dove a sfidare l’Intrecciante sarà l’Asd Alta Giudicarie.

 

La squadra, formata da giovani e giovanissimi in attesa di ricevere risposta alla domanda di asilo o protezione internazionale, è nata nel 2018 per creare un contesto favorevole a promuovere il dialogo interculturale e a facilitare l’inclusione dei suoi giocatori. Il progetto, che ha preso il via grazie al supporto di Uisp Comitato del Trentino e Fondazione Caritro, è cresciuto continuamente nel corso degli anni e oggi è una realtà radicata e in costante miglioramento anche dal punto di vista tecnico/sportivo.

Intrecciante si presenta per la stagione 2021-2022 con una rosa rinnovata ed eterogenea e l’esperienza di mister Sergio Gadda e si presenterà al match di lunedì 25 ottobre come seconda nella classifica generale, con all’attivo tre vittorie e una sconfitta (subita la scorsa domenica contro gli esperti avversari del Calcio Stenico). Ma la vittoria più grande, come sempre, non è sul campo.

 

L’associazione infatti si serve dello sport, del calcio in particolare, per creare momenti di socializzazione e di incontro tra coloro che fanno parte del sistema di accoglienza trentino e coloro che sono nati o vivono nel territorio provinciale. Uno degli obiettivi è favorire la responsabilizzazione e l’impegno sociale di tutti i giovani coinvolti nelle attività attraverso la loro volontà di mettersi in gioco. Al loro impegno si deve, ad esempio, la formazione di un direttivo eterogeneo deputato a scandire e coordinare la vita associativa e la composizione di un gruppo tecnico incaricato di seguire l’ambito sportivo, entrambe sfere che impegnato attivamente i ragazzi e le ragazze di Intrecciante.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 15:43
Sono stati analizzati 8.506 tamponi tra molecolari e antigenici e sono state individuate 255 positività. Nessun decesso ma c'è un [...]
Politica
08 dicembre - 13:53
Manica ha confrontato le due convenzioni per i concerti di Vasco Rossi: “Mentre il Comune di Modena aveva previsto delle forme di indennizzo che [...]
Cronaca
08 dicembre - 14:39
Il malfunzionamento è stato segnalato questa mattina da alcuni cittadini a ilDolomiti. Gpi, l'azienda che gestisce il Cup, si è messa subito al [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato