Contenuto sponsorizzato

Inizia l'operazione final four: l'Itas Trentino a Bologna va a caccia della quarta coppa Italia della sua storia

La squadra di Lorenzetti è in modalità "on fire" e arriva alla semifinale contro Perugia dopo 16 successi nelle ultime 16 gare disputate tra Champions League, Superlega e coppa Italia. L'Itas Trentino arriva alla fase finale da favorita, tanto quanto Perugia e Civitanova 

Di Daniele Loss - 28 gennaio 2021 - 18:06

TRENTO. Ancora in Final four, per la dodicesima volta di fila. La marcia trionfale dell'Itas Trentino sembra non conoscere soste: nella gara "secca" dei quarti di finale della Del Monte coppa Italia, la compagine di Lorenzetti ha rotato in tre set l'Allianz Milano, conquistando il lasciapassare per la due giorni che, come ormai da consuetudine, andrà in scena sabato e domenica all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno, a due passi da Bologna.

 

E, inutile girarci troppo attorno, all'appuntamento l'Itas Trentino arriva da favorita tanto quanto Perugia e Civitanova. Non potrebbe essere altrimenti, dopo aver ottenuto qualcosa come 16 vittorie (12 in Superlega, 3 in Champions League e 1 in Coppa Italia) nelle ultime 16 gare disputate. Cosa è cambiato rispetto alla prima parte di stagione? Semplice, finalmente coach Lorenzetti adesso può disporre dell'intero organico (rientrato anche Kooy, a referto contro Milano con un super attacco in diagonale) come, invece, non è avvenuto nei primi mesi dell'attuale annata con il sodalizio di via Trener che ha dovuto fare i conti con numerose positività al Covid-19.

 

Ebbene, una volta rientrati tutti i giocatori (da ricordare: in più d'un occasione il coach trentino ha dovuto schierare Nimir opposto per la contemporanea assenza di Giannelli e Sperotto) e ripreso il regolare percorso in allenamento, l'Itas Trentino ha cominciato a macinare gioco, punti e vittorie. Viene da chiedersi: dove sarebbe Trento, adesso, in condizioni normali? Molto più in alto in campionato e a non a meno otto dalla capolista Perugia, mentre, nonostante le mille difficoltà, il percorso in Champions League e Coppa Italia è stato da "nove" in pagella.

 

A Bologna si assegnerà un trofeo importante, con i gialloblù che in semifinale ritroveranno Perugia (come già avvenuto nel 2015 e nel 2017), a poche settimane di distanza dalla sfida di campionato: il 3 gennaio scorso Giannelli e compagni hanno espugnato per 3 a 1 il "PalaBarton", dopo aver fornito una delle migliori prestazioni stagionali.

 

E, in una sfida da dentro o fuori e senza possibilità d'appello, nel mezzo di una stagione assolutamente unica e anormale, c'è una sola certezza: l'Itas Trentino è in modalità "on fire", ha mezzi tecnici per nulla inferiori a quelle della altre qualificate alla Final Four (Perugia, per l'appunto, Civitanova e Modena) pronta ad andare a caccia della quarta coppa Italia della storia, dopo quelle conquistate nel 2010, 2012 e 2013.

 

Venerdì sarà già giornata di vigilia con l'ultimo allenamento alla Blm Group Arena e poi la partenza per Bologna dove sabato, alle 18, si farà sul serio. La super sfida sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport + (visibile anche in streaming) e da Radio Dolomiti.

 

"Siamo felici della qualificazione alla Final Four - queste le parole dell'allenatore trentino Angelo Lorenzetti dopo la vittoria nei quarti di finale contro Milano -, arrivata dopo aver vinto giocando una pallavolo non troppo fluida. Ci siamo complicati la vita nel secondo set ma, d'altronde, nei quarti di finale di coppa Italia si affrontano sempre due formazioni che hanno un diverso stato d'animo: c'è chi ha tutto da perdere e chi, invece, può essere più sbarazzina. Perugia in semifinale? È un team che è abituato a giocare la domenica nelle Final four, mentre noi siamo nuovi con l'attuale gruppo a questo tipo di pressioni e, quindi, sarà anche questa un'incognita da gestire".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 20:26
Trovati 188 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 112 guarigioni. Sono 44 i pazienti in ospedale. Sono 833.300 le dosi di [...]
Politica
27 novembre - 19:46
Le attiviste hanno ricordato anche la recente aggressione avvenuta in centro, e arrivata dopo un evento che serviva per autofinanziare la [...]
Cronaca
27 novembre - 19:29
Il genoma è stato sequenziato al laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato