Contenuto sponsorizzato

Riparte la serie C femminile e il Trento travolge Le Torri Vicenza. Tonelli: ''Non ci siamo mai fermate, abbiamo lavorato a casa''

Dopo due mesi di stop è ripartito il campionato femminile e il Trento è ritornato subito al successo contro il fanalino di coda della serie C. Alessandra Tonelli, autrice di una doppietta: "I tamponi? Benissimo, così siamo tutte più al sicuro. È stato meraviglioso tornare a giocare assaporare le sensazioni del pre-partita, il riscaldamento, l'adrenalina, la tensione e poi la gioia per la vittoria"

Di Daniele Loss - 26 gennaio 2021 - 19:40

TRENTO. Probabilmente c'è stato anche un momento in cui hanno temuto di non poter tornare in campo. L'ultima volta era stata il primo novembre: 3 a 0 all'Isera nel derby provinciale, poi il rinvio della sfida contro l'Atletico Oristano e, successivamente, lo stop imposto al campionato da parte del Dipartimento femminile della Lega nazionale dilettanti ha mandato anzitempo in archivio il 2020 calcistico del Trento Femminile e di tutte le altre formazioni che partecipano alla serie C.

 

Ebbene, dopo due mesi complicati fatti di allenamenti, molti dei quali da svolgere in forma individuale, sedute "in solitaria" (seguendo il programma preparato dal prof. Bertoluzza) e molti allenamenti casalinghi, tutte davanti alla cam del portatile per non perdere lo spirito di squadra, il momento del ritorno ad una gara "vera" è arrivato.

 

E la "prima" del 2021 è stata buonissima: il Trento Clarentia ha piegato per 5 a 0 il fanalino di coda Le Torri, ma più importante del risultato e dei tre punti messi in saccoccia è stata la sensazione del ritorno alla normalità. Parola di Alessandra Tonelli, una delle giocatrici di punta dell'organico guidato da Max Spagnolli, grande protagonista della sfida contro le vicentina con una doppietta che ha dato il "la" al netto successo di domenica.

 

"È stato meraviglioso tornare a giocare - racconta - assaporare le sensazioni del pre-partita, il riscaldamento, l'adrenalina, la tensione e poi la gioia per la vittoria. Personalmente, ma sono sicura di parlare anche a nome delle mie compagne, non vedo l'ora di giocare la prossima gara".

 

Sono stati mesi difficili, lunghi e, per chi è abituato ad allenarsi tre volte la settimana sul campo e a battagliare sul terreno di gioco la domenica, è stata durissima. Forse quasi di più rispetto alla prima interruzione, la scorsa primavera.

 

"È stato un periodo complicato - prosegue -. Prima ci siamo allenate sul campo regolarmente senza però poter scendere in campo la domenica, poi abbiamo dovuto fermarci. Abbiamo assunto la decisione di comune accordo con la società per non rischiare, visto il momento. Poi è stato il momento delle sedute via zoom e degli allenamenti in forma privata e il ritorno in campo è stato posticipato, perché abbiamo dovuto fare i conti anche con l'indisponibilità dei terreni da gioco per le copiose nevicate di fine dicembre. Finalmente, ad inizio gennaio, abbiamo potuto riprendere ad allenarci tutte assieme sul campo".

 

E, la scorsa settimana, prima della partita contro Le Torri, tutto il gruppo squadra è stato sottoposto ad un ciclo di tamponi. E così sarà da ora in avanti prima di ogni gara. "Noi siamo felicissime di fare i tamponi - prosegue Ale Tonelli - e altrettanto contente che anche tutte le nostre avversarie siano monitorate. Così siamo tutte più tranquille. In questo senso mi sento di ringraziare pubblicamente tutta la nostra dirigenza che, in questo difficilissimo periodo, sta facendo i salti mortali per permetterci di proseguire l'attività in modo regolare e professionale".

 

Che il Trento Femminile puntasse a disputare un campionato di vertice era cosa nota: i quasi tre mesi di stop hanno cambiato qualcosa? "Assolutamente no - conclude la trequartista trentina - una sosta improvvisa, dovuta a motivi indipendenti dalla nostra volontà, come potrebbe cambiare pensieri e obiettivi? Andiamo avanti per la nostra strada e la volontà è quella di restare più in alto possibile in un campionato reso ancora più complicato dall'incertezza riguardo il calendario. Ma noi siamo "toste" e determinate e non molliamo mai la presa".

 

CLASSIFICA: Iseo Cortefranca 15*, Venezia 13, Bressanone 13, TRENTO 12*, Padova 10*, Vittorio Veneto 7*, Triestina 7, Atletico Oristano 3***, ISERA 4*, Unterland Damen 3**, Accademia Spal 2, Portogruaro 1*, Le Torri Vicenza 1*

* 1 partita in meno; ** 2 partite in meno; *** 3 partite in meno

 

TRENTO – LE TORRI 5-0 (Tonelli A. - Tonelli A. - Battaglioli - Daprà - Poli)

Trento: Valzolgher, Ruaben, Tonelli L., Maurina, Tononi (70' Fuganti), Rovea (50' Antolini),

Chemotti, Daprà (75' Varrone), Tonelli A. (50' Rosa), Pasqualini (50' Poli), Battaglioli.

Le Torri: Dal Dosso, Dal Molin, Tavoso, Urlando, Cona, Calandra, Dal Toe, Caldaro, De

Gregori, Bonvicini, Faccioli.

 

Accademia Spal-ISERA 3-3

Padova-Triestina 3-1

Portogruaro-Bressanone 0-2

Unterland Damen-Atletico Oristano rinviata

Venezia-Vittorio Veneto 3-3

Iseo Cortefranca - turno di riposo

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 05:01

E' il Trentino il territorio che ha registrato in Italia il maggior eccesso di mortalità nel periodo ottobre-dicembre 2020 (+65,4%). Su tutto l'arco dell'anno, invece, la Provincia di Trento è seconda solamente alla Lombardia, con un 29,9% in più rispetto al 36,6% registrato dal vicino lombardo

 

05 marzo - 20:24

Sono 227 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato