Contenuto sponsorizzato

Rovereto patria del Frisbee Freestyle grazie ai Fever (I VIDEO): ''Entusiasmante vedere il nostro territorio sulle mappe degli appassionati dalla Germania alla California''

La pandemia non ha fermato il gruppo roveretano che negli anni è stato in grado di ottenere risultati di tutto rispetto, potendo vantare un secondo ed un terzo posto ai mondiali di Seattle, la medaglia d'oro ai campionati italiani (che si sono svolti tra l'altro proprio in Trentino) e un terzo posto ai “World Urban Games”, evento dedicato agli sport urbani riconosciuto anche dal Comitato olimpico. Edoardo Turri: ''Abbiamo proseguito le nostre attività con le scuole nonostante il periodo difficile''

Foto di Ronald Kretschmann,
Di Filippo Schwachtje - 16 febbraio 2021 - 18:38

ROVERETO. Dagli “States” alla Vallagarina: nonostante la pandemia a Rovereto il Frisbee Freestyle continua a crescere, tra primi posti a livello nazionale ed internazionale, lezioni con le scuole e corsi di formazione. A diffondere la passione per uno sport che (almeno in Italia) si muove ancora in gran parte nell'anonimato, ma che nel mondo conta ormai migliaia di atleti, la squadra “Frisbee Fever Rovereto” nata nel 2015 dall'idea di alcuni giovani amanti delle evoluzioni col “disco volante”.

 

Da sempre associato ad un pomeriggio rilassante in spiaggia o al parco, in realtà il Frisbee nasconde potenzialità estremamente interessanti a livello atletico e sportivo. Potenzialità che nel Freestyle vengono portate all'estremo in un'appassionante commistione fra danza, ginnastica ritmica, giocoleria e mosse di arti marziali. Il tutto rigorosamente a ritmo di musica, per dare vita ad una disciplina artistico-acrobatica unica nel suo genere. Protagonisti delle coreografie, oltre al famoso disco, la fantasia e la creatività dei due o più atleti impegnati nella competizione, spesso portata avanti da squadre miste in cui uomini e donne giocano fianco a fianco. Il gruppo roveretano negli anni è stato in grado di ottenere risultati di tutto rispetto, potendo vantare un secondo ed un terzo posto ai mondiali di Seattle, la medaglia d'oro ai campionati italiani (che si sono svolti tra l'altro proprio in Trentino) e un terzo posto ai “World Urban Games”, evento dedicato agli sport urbani riconosciuto anche dal Comitato olimpico.

 

 

 

 

Ed il tutto solo nel 2019. “Rovereto e il Trentino in generale – dice Andrea Festi, uno dei membri di “Frisbee Fever” – stanno diventando un punto di riferimento per molti “frisbers” in tutto il mondo, in particolare per le nostre spettacolari location, particolarmente adatte al Freestyle. Nel corso degli anni abbiamo investito tempo, fatica e tanta passione per diffondere il nostro sport e ora siamo entusiasti di vedere il nostro territorio apparire sulle mappe degli appassionati dalla Germania alla California. Un'altra iniziativa che ci rende estremamente orgogliosi è il coinvolgimento delle scuole, che ci ha permesso di proiettare il Freestyle non solo a livello internazionale ma anche nei luoghi in cui siamo cresciuti”.

 

 

 

 

Grazie al progetto Scuola e sport infatti, la squadra roveretana sta portando il mondo del Freestyle nelle classi della Vallagarina da ormai tre anni. “Dallo scoppio della pandemia – racconta Edoardo Turri, parlando delle attività della sua squadra all'interno delle scuole – la situazione si è ovviamente fatta difficile, ma nonostante tutto siamo riusciti a portare avanti la nostra collaborazione con gli istituti. Dal 2017 sono stati almeno un migliaio gli studenti venuti a contatto con la nostra disciplina ogni anno. In particolare il Freestyle è indicato soprattutto per i più piccoli perché favorisce lo sviluppo della coordinazione, della flessibilità e della reattività a livello psico-motorio”. Oltre al lavoro con le scuole, “Frisbee Fever” organizza anche corsi di formazione aperti a tutti ai quali è possibile iscriversi contattando i ragazzi sui profili social della squadra.  

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 dicembre - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Cronaca
03 dicembre - 08:24
Gli acquirenti, dopo aver visionato i veicoli su internet si recavano per dei giri di prova in concessionaria. A quel punto consegnavano agli [...]
Cronaca
03 dicembre - 07:42
E' successo nel tunnel tra Laives e Bronzolo. Sulla dinamica esatta dell'incidente sono in corso le verifiche da parte dei carabinieri di Egna
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato