Contenuto sponsorizzato

Basket Serie A, l'Aquila beffata da Varese, ultima in classifica. Domenica la rivincita. PAGELLE

Sono quaranta minuti di tira e molla quelli vissuti stasera da Trento, impegnata nel recupero della tredicesima giornata contro Varese. I bianconeri provano più volte a scappare, ma vengono sempre ripresi dagli ospiti, che poi conquistano la partita nell'ultimo minuto. Ora testa al rematch di domenica

Foto Aquila Basket
Di Mattia Sartori - 28 January 2022 - 22:08

TRENTO. Con la Coppa Italia alle porte il doppio appuntamento con Varese di questo fine settimana per i bianconeri sarà decisivo per determinare il proprio cammino nelle Final Eight. In caso di sconfitta la Dolomiti Energia inizierà infatti quarta e sfiderà Brescia, mentre in caso contrario potrà ancora aspirare al terzo posto che la vedrebbe opporsi a Tortona nel primo round. Nello scontro con Varese coach Molin non può contare su Forray, ancora positivo, ma aggiunge di nuovo al proprio schieramento Caroline, che dovrebbe rialzare la fisicità e l’intensità dei trentini. Per Varese invece rimane fuori Gentile, che ha reciso proprio oggi il suo legame con l’Openjobmetis, attualmente in fase di “ristrutturazione”.

 

Una travolgente Aquila sorprende Varese fin dalle prime azioni. I bianconeri difendono con intensità e attaccano con precisione, approfittando del proprio vantaggio fisico per guadagnarsi spesso e volentieri dei viaggi in lunetta che risultano in punti facili. Il risultato è un dominio trentino su entrambi i lati del campo, che porta i padroni di casa, guidati da Flaccadori e Williams, sul +12 in pochi minuti. L’Openjobmetis però si riunisce in panchina e al ritorno in campo cambia marcia, affidandosi ai propri cecchini, Beane e Keene, e riempiendo il divario che la separa dai bianconeri con un parziale di 15-2, che vale il vantaggio. Trento cerca di rimettere la testa avanti, ma alla fine i liberi di Reyes mantengono al comando i biancorossi fino allo scadere del primo quarto (23-24).

 

La risposta di Trento non tarda ad arrivare nel secondo quarto, che inizia con un importante 7-2 in favore dei bianconeri. Varese non si perde d’animo e continua ad inseguire, ma i trentini si mantengono avanti, sebbene non riescano a riprendere il largo. Si continua così a giocare sul filo del rasoio, nessuna delle due formazioni disposta a cedere terreno. Alla fine sembra spuntarla la Dolomiti Energia, in vantaggio negli ultimi minuti, ma proprio sul finale un canestro di Reyes rovina la festa bianconera, conquistando la parità per gli ospiti (42-42).

 

Nella ripresa l’Aquila prova a scappare con un mini parziale di 6-0. Resta attaccata però Varese, soprattutto grazie alla precisione di Beane, spina nel fianco dei bianconeri. Il duo Flaccadori-Williams cerca di far prendere il largo ai trentini, ma senza particolare successo. Successivamente il pallone passa dalle mani dei giovani Conti e Ladurner, che spingono la Dolomiti Energia a +4 a pochi minuti dalla fine della terza frazione di gioco, ma anche questa volta Varese rovina la festa all’ultimo. Infatti Keene si prende i biancorossi sulle spalle e prima della sirena finale riesce a riconquistare la parità (64-64).

 

Nel quarto periodo la situazione cambia e stavolta è l’Openjobmetis a cercare la fuga. Sulle spalle di Caruso e Keene gli ospiti si impongono con un parziale di 9-2, facendo impensierire i bianconeri. Per fortuna per i trentini Flaccadori è in stato di grazia e praticamente da solo riporta i suoi compagni a contatto. Con due triple di Keene Varese cerca di nuovo di scappare, ma Trento si riavvicina a -1. Con appena 30 secondi da giocare la situazione per i padroni di casa si fa disperata: Reyes e Keene insieme segnano il +6 dell’Openjobmetis che ora deve solo giocare col cronometro. A nulla servono i tentativi di recupero dell’Aquila, che alla fine deve chinare il capo davanti all’ultima in classifica. Ora testa alla rivincita di domenica (84-90).

 

BRADFORD 5 – Serata no per Desonta, che non riesce a incidere particolarmente nei suoi 23 minuti di gioco.

 

WILLIAMS 7 – Il lungo americano mette a segno un’incredibile doppia doppia da 18 punti e 11 rimbalzi con un grande sforzo sotto canestro. Peccato che la sua fatica non sia stata ripagata.

 

REYNOLDS 5,5 – Anche stavolta la sua precisione al tiro non è delle migliori col 25% da tre e il 33% da due. Inoltre si carica presto di falli, tra cui un tecnico pesante fischiatogli a metà terzo quarto.

 

GAYE – N.E.

 

CONTI 6,5 – Fa bene sia in difesa che a rimbalzo e sul finale del terzo periodo riesce anche a spingere avanti i compagni.

 

MORINA – N.E.

 

ZANGHERI – N.E.

 

FLACCADORI 7 – Ottima prestazione per il regista bianconero, che torna a casa con 23 punti, 4 rimbalzi e 5 assist. Per lui anche soltanto una palla persa, notevole miglioramento rispetto alle scorse serate.

 

SAUNDERS 6,5 – Si prende le proprie responsabilità e spesso con palloni importanti tra le mani non delude.

 

MEZZANOTTE 5,5 – Conferma i propri miglioramenti, mostrandosi più deciso, ma c’è ancora spazio per migliorare visto che si è lasciato sfuggire alcune occasioni per attaccare il canestro. Serve uno sforzo in più anche a rimbalzo.

 

LADURNER 6 – Buona difesa per il lungo trentino, che riesce a tenere anche giocatori molto più piccoli e agili di lui.

 

CAROLINE 5 – Purtroppo si vede che non si è ancora ripreso completamente dalla sua convalescenza. Manca la sua solita fisicità sotto canestro.

 

MOLIN 5 – In una serata giocata a strattoni la squadra non sembrava quella a cui ci ha abituati Molin. Di sicuro la stanchezza ha giocato un ruolo, ma a parte i primi minuti del primo periodo Varese non è mai stata messa particolarmente in difficoltà. Domenica ci sarà l’occasione di correggere i propri errori.

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – OPENJOBMETIS VARESE 84-90

(23-24; 19-18; 22-22; 20-26)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO. Bradford 3, Williams 18, Reynolds 12, Gaye, Conti 3, Morina, Zangheri, Flaccadori 23, Saunders 15, Mezzanotte 7, Ladurner 2, Caroline 1. Allenatore: Emanuele Molin.

OPENJOBMETIS VARESE. Beane 15, Sorokas 6, De Nicolao, Vene 8, Reyes 17, Librizzi, Virginio 2, Ferrero 3, Caruso 8, Keene 31, Cane. Allenatore: Johan Rohijakkers.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 maggio - 20:51
Il 54enne Enrico Giovannini è precipitato mentre tentava di raggiunge la cima Presanella, Barbara De Donatis, di soli 29 anni, è morta per un [...]
Cronaca
22 maggio - 20:31
All'alba era partito con ramponi e piccozza, oltre agli sci agganciati allo zaino, per raggiungere la vetta con l'amico Andrea Bonn. Era molto [...]
Cronaca
22 maggio - 16:45
In alcuni casi oltre alla pioggia è arrivata anche la grandine che nella zona di Folgaria e Lavarone ha raggiunto le dimensioni di una pallina da [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato