Contenuto sponsorizzato

Clamoroso al "PalaTrento": i campioni d' Italia dell'Itas Trentino eliminati in semifinale da Monza che vince al quinto set

Avanti per 2 a 0 nella serie, i gialloblù hanno perso tre gare di fila. L'epilogo al "PalaTrento" con la squadra di Soli capace di rimontare dopo aver perso i primi due set, ma nel tie break s'impongono i lombardi. Super Rychlicki non basta all'Itas, arrivata con il fiato corto e qualche acciacco di troppo

Di D.L. - 14 aprile 2024 - 20:50

TRENTO. Clamoroso al "PalaTrento": l'Itas Trentino viene sconfitta in gara 5 di semifinale e abbandona i playoff. Monza completa una strepitosa "remuntada" e, dopo aver perso le prime due partite, piazza il "filotto" ed estromette i gialloblù - campioni d'Italia in carica - dopo una battaglia lunga 5 set.

 

Trento ha stretto i denti e, dopo la pesantissima sconfitta di giovedì, è riuscita a trascinare al tie break la partita: i primi due parziali sono stati dominati da Monza, ma l'Itas è riuscita a rimontare e a giocarsi il tutto per tutto al quinto set dove, però, a prevalere è stata la squadra lombarda.

 

La delusione è grande, enorme per la compagine trentina, arrivata con il fiato corto e qualche acciacco di troppo a questa serie.

 

Monza riparte con la stessa velocità mostrata in gara 4 e prende subito in mano il set (6-1). Rychlicki si carica sulle spalle la squadra e riporta sotto Trento (7-9), ma subito l'ex Galassi riporta a più quattro gli ospiti (11-7). Entra in campo anche Sbertoli, ma i lombardi sono veramente lanciati con il regista Cachopa che fa girare a mille tutte le proprie bocche da fuoco: 19-12.  La squadra di Eccheli è padrona del campo e chiude agevolmente: 25-18.

 

Segni di risveglio da parte dell'Itas in apertura di secondo parziale con Michieletto protagonista (6-4), ma Takahashi non ci sta (8-8). Ancora il "golden boy" del volley mondiale per il nuovo doppio vantaggio trentino (12-10), ma Loeppky riporta avanti Monza (13-12).  I lombardi scappano e sembra la fuga decisiva (18-15), ma Lavia fa la differenza in questa fase e Trento non molla (18-18). Si gioca punto a punto, ma poi Maar spedisce la Vero Volley ancora a più due (24-22) e chiude lui stesso con un ace.

 

La partita sembra già finita, perché anche in avvio di terzo set Monza è nuovamente padrona del campo (5-2 e 10-5) con Cachopa in modalità "on fire". L'Itas resta nel match, sostenuta dal pubblico del "PalaTrento": il parziale di 5 a 0 sul servizio di Acquarone permette ai gialloblù di rientrare: 10-10. Si gioca punto a punto sino al 19-19 e l'equilibrio perdura ancora sino all'invasione di Maar che restituisce il doppio vantaggio a Trento con l'errore dai nove metri di Loeppky che consegna il venticinque all'itas.

 

Il match è riaperto e Monza non sembra accusare il colpo perché frena sul nascere ogni tentativo di fuga dell'Itas. Nella prima parte del set sono ancora i lombardi a spingere, poi l'Itas riesce anche ad andare a più tre (18-15), ma la compagine di Eccheli non molla di un centimetro ed è capace di difendere e contrattaccare, rispondendo colpo su colpo ai tricolori. La Vero Volley rimonta un'altra volta (da 19-21 a 21-21) e si porta avanti (22-21) con Maar che poi spreca banalmente la chance del più due (22-22)

Il muro di Kozamernik regala il primo set point a Trento, annullato da un gran colpo di Loeppky. Al secondo tentativo, però, ci pensa Lavia: 26-24 dopo clamorosa difesa di Sbertoli e fantastico attacco dello schiacciatore azzurro.

 

Tie break all'insegna dell'equilibrio con primo allungo firmato da Monza (6-4). Soli chiama subito tie break e Lavia tiene a galla l'Itas con un grande muro (6-5), poi firma la parità con un ace (7-7) e il vantaggio, sempre dai nove metri (8-7). Equilibrio totale sino all'11-11, poi Loeppky riporta l'inerzia dalla parte di Monza, che va sul doppio vantaggio con una magia di Maar (13-11). Rychlicki non sbaglia, ma poi Nelli manda in rete la battuta e consegna due match ball ai lombardi.

Rychlicki annulla il primo e pure il secondo con un muro clamoroso (14-14). Loeppky regala il terzo a Monza, ma Galassi spara out il servizio (15-15). Quarto match ball firmato Takahashi, che poi chiude con un favoloso diagonale: 17-15.

Monza va in finale, l'Itas non potrà difendere lo scudetto. Ma c'è ancora la Champions League anche se, questa "botta", sarà difficile da assorbire. E, prima dell'ultimo atto europeo, bisognerà giocare gli spareggi contro Milano per qualificarsi alla massima rassegna continentale 2024/2025.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 21:10
Giornata di lavoro per i vigili del fuoco e per il sistema di Protezione civile in Trentino. Disagi alla viabilità tra frane e strade chiuse in [...]
Ambiente
21 maggio - 21:17
Salute e costi, inquinamento, differenziata e l'energia per il riscaldamento domestico, il confronto con Bolzano e la richiesta di attivare un [...]
Cronaca
21 maggio - 18:07
La vicenda di Forti fa emergere sempre più disparità di trattamento e dopo l'incontro in pompa magna con la premier Meloni con tanto di diretta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato