Contenuto sponsorizzato

Il grazie della comunità ai nostri atleti olimpici

Da Francesca Dallapè agli azzurri della Trentino Volley, da Silvano Chesani a Ruggero Tita oggi sono stati tutti premiati dal presidente della provincia Ugo Rossi e dall'assessore Tiziano Mellarini i nostri atleti che hanno partecipato all'Olimpiade di Rio. Assenti solo Floriani e Benedetti

Da sinistra Lanza, Chesani, Dallapè, Tita, Giannelli, Mellarini, Rossi, Colaci e Antonov
Di Nicola Baldo - 06 settembre 2016 - 18:04

TRENTO. We are the Champions dei Queen nelle orecchie, immagini sorridenti sui cartelloni allestiti per l'occasione, volti distesi degli atleti e tanta voglia di un ultimo festeggiamento. L'evento organizzato dall'amministrazione provinciale, dedicato a tutti gli atleti trentini - di nascita o militanza sportiva - che hanno partecipato all'evento a cinque cerchi e che sono stati premiati dal Governatore Ugo Rossi e dall'assessore Tiziano Mellarini.

 

"Ho coronato il mio sogno - ha detto Francesca Dallapè, argento nei tuffi in coppia con Tania Cagnotto - un sogno che avevo paura di fare perfino quando ero bambina. Mai avrei pensato di arrivare a vincere una cosa enorme come una medaglia olimpica. Domani sarà un mese esatto dall'argento di Rio, ciliegina meravigliosa su questa torta che abbiamo preparato in questi ultimi anni di duro lavoro".

 

Accanto alla tuffatrice di Villamontagna sono stati premiati anche i quattro portacolori della Trentino Volley (Filippo Lanza, Max Colaci, Simone Giannelli ed Oleg Antonov), Silvano Chesani (atletica, salto in alto), Ruggero Tita (vela, classe 49er) e gli assenti per impegni lontano da Trento Giordano Benedetti (atletica, 800 metri) e Yuri Floriani (atletica, 3.000 siepi)

 

"Vivere un evento come le Olimpiadi - ha detto il velista trentino Ruggero Tita - ad una giovane età come la mia è stato qualcosa di unico. La gara purtroppo non è andata come speravo, ma i ricordi di quei giorni resteranno indelebili nella mia memoria".

 

Dalla Dallapè a Giannelli, premiati i "nostri" olimpionici

A tutti i reduci di Rio il presidente Ugo Rossi e l'assessore Tiziano Mellarini hanno consegnato un "Grazie" inciso in una riproduzione in legno delle montagne trentine.

 

"Questo - ha spiegato il governatore - è un gesto semplice ma significativo, che vuole sottolineare la gratitudine del popolo trentino per ciò che avete fatto. Lo sport è un veicolo fondamentale per i giovani e siamo orgogliosi di come avete portato avanti i suoi valori più importanti".

 

"Il movimento sportivo trentino - ha aggiunto Mellarini - grazie al vostro impegno, unito a quello di tecnici e dirigenti, è sempre andato sul podio negli ultimi dieci anni. Lo sport ha inoltre bisogno di una gestione manageriale, che necessita di essere seguito anche dalle istituzioni. Per questo dobbiamo continuare a investire nelle infrastrutture e avere strutture all'avanguardia. Francesca Dallapè, ad esempio, merita di potersi allenare in una struttura di livello visto quanto dato allo sport trentino". Chiaro il riferimento al nuovo polo natatorio al centro di discussioni e agende ormai da parecchio tempo.

 

Fra una premiazione e l'altra la parola è quindi passata ai quattro portacolori della Diatec Trentino Volley. "Portiamo con noi tante emozioni - hanno detto in coro Colaci, Antonov, Lanza ed il bolzanino Simone Giannelli - ringraziamo il Trentino e il nostro presidente Diego Mosna, che ci ha dato fiducia, permettendoci di arrivare a giocare a questi livelli". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato