Contenuto sponsorizzato

La Trentino Volley presenta Aidan Zingel: "Qui per vincere lo scudetto", Da Re: "Cambiato i centrali, ma siamo più forti"

Volley. L'australiano lascia Verona dopo otto stagioni e dopo aver vinto il premio come miglior centrale della stagione 2015/16. Il centrale: "Non vedo l'ora di giocare con Giannelli e qui mi sento già come a casa"

Da sinistra Aidan Zingel e il general manager Bruno Da Re (foto di Marco Trabalza)
Di Luca Andreazza - 30 giugno 2017 - 19:39

TRENTO. Oggi è ufficialmente iniziata l'avventura di Aidan Zingel alla Trentino Volley. L'australiano è il terzo centrale gialloblù arrivato in questo mercato estivo. "La squadra - spiega Bruno Da Re, general manager di Trentino Volley - è in grande trasformazione e abbiamo voluto fortemente Aidan Zingel nel nuovo gruppo che stiamo allestendo perché consideriamo che abbia tutte le caratteristiche tecniche e temperamentali che cerchiamo. Completiamo così un pacchetto di centrali molto competitivo e intercambiabile, non dobbiamo dimenticare che le partite saranno veramente tante".

 

Il sodalizio di via Trener nutre grandi aspettative nel miglior centrale della SuperLega 2015/16 in maglia Verona (255 punti, 59% in attacco, 73 muri vincenti e 13 ace), alto 2 metri e 7 centimetri: "Difficile - aggiunge il general manager - trovare in circolazione giocatori dotati di questa struttura fisica. La sua esperienza internazionale sarà poi un fattore importante per questa squadra".

 

Aidan Zingel è inoltre il giocatore che ha realizzato il maggior numero di muri nelle ultime quattro regular season per 232 punti in 94 partite e una media di 2,4 block a gara: "Ci auguriamo - commenta Da Re - che possa tornare anche a battere in salto come faceva nei campionati precedenti. La speranza è che possa confermarsi ad alti livelli a muro e magari compiere un ulteriore salto di qualità perché siamo assolutamente convinti che sia nelle sue possibilità".

 

Il centrale, classe 1990, è il primo giocatore di nazionalità australiana a vestire la maglia gialloblù, mentre in precedenza un altro atleta proveniente dall'Australia aveva raggiunto il Trentino: Benjamin Hardy, schiacciatore del volley Mezzolombardo in serie A2 nella stagione 1999/2000. Aidan Zingel lascia Verona dopo otto campionati.

 

"Cambiare maglia - spiega l'atleta - sarà sicuramente particolare, ma credo che al tempo stesso sarà un grande stimolo. Mi è bastato vivere un solo giorno a stretto contatto con la nuova realtà per capire che qui sarò subito a mio agio. Ho bisogno di sentirmi come a casa perché vivo buona parte dell’anno molto lontano dalla mia Australia".

 

E il centrale, che ha firmato un biennale, guarda già avanti: "Questa è una società organizzatissima e vincente - aggiunge - sono pronto a offrire il mio contributo per cercare di ottenere grandi risultati: non vedo l’ora di cominciare. La Trentino Volley rappresentava un’occasione irrinunciabile e forse irripetibile in carriera: potrò provare a vincere uno scudetto o comunque arrivare a giocare fino in fondo grandi competizioni".

 

I punti di forza? "Sono un giocatore - dice il centrale - che fa della continuità il suo punto di forza, non ho molti alti e bassi: metterò a disposizione la mia costanza di rendimento già a partire dal primo giorno di preparazione, visto che per la seconda estate consecutiva non disputerò partite con la mia Nazionale. Lorenzetti non mi ha mai allenato, ma provo per lui già grandissima stima come uomo e come tecnico".

 

Parole al miele per Simone Giannelli: "Sono contento di poterci giocare insieme - ammette Zingel - per il suo bellissimo stile di gioco che coinvolge molto i centrali e per la sua libertà e varietà di scelte".

 

Chiosa finale sul cambio dei centrali, fondamentale che ha regalato tante soddisfazioni ai gialloblù: "Il mercato ogni tanto si aggredisce - conclude Da Re - mentre altre volte si subisce. Avremmo voluto tenere Daniele Mazzone, ma le strade si sono divise, invece abbiamo ritenuto conclusa l'esperienza qui di Van de Voorde. Capitolo diverso per Sebastian Solè: un grandissimo attaccante, ma le richieste economiche erano troppo alte per il nostro budget. A conti fatti siamo comunque convinti che il saldo sia positivo e il nostro sistema di gioco migliore". 


(Aidan Zingel e il tecnico Angelo Lorenzetti - foto Marco Trabalza)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 17:02

Ancora non sono ufficiali le classificazioni per colori anche se Repubblica inserisce le due provincie autonome in zona rossa (Bolzano lo sarà comunque per decisione di Kompatscher, fino al 15 marzo). Intanto emergono i dati sull'Rt. Per il Trentino rischio ''moderato ad alta probabilità di progressione'' per l'Alto Adige seconda settimana con Rt da ''zona gialla'' e a un passo dalla zona bianca della Sardegna

05 marzo - 11:32

Coldiretti a livello nazionale ha raccolto oltre 5 milioni di chili di prodotti tipici Made in Italy a chilometri zero e di altissima qualità distribuiti poi per garantire un pasto di qualità ai più bisognosi di fronte alla crescente emergenza provocata dalla pandemia Covid

05 marzo - 11:56

Il soccorso consiglia quindi di indossare ramponcini o dispositivi similari adattabili a tutte le calzature, solo su strade pianeggianti o con lieve pendenza. In tutti gli altri tipi di terreno, è necessario utilizzare esclusivamente ramponi fissati e bloccati a dovere

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato