Contenuto sponsorizzato

Torneo "Città della Pace", sempre più giovane e sempre più internazionale. Coinvolti anche i richiedenti asilo

Dal 14 al 16 aprile allo Stadi Quercia. 17 nazione, 2.500 atleti. Record di Pulcini e la novità del Junior Team Internazionale. I richiedenti asilo coinvolti tramite il Cinformi

Pubblicato il - 01 aprile 2017 - 13:10

ROVERETO. Il Torneo internazionale "Città della Pace" è giunto alla sua 30° edizione. Per l'occasione, nelle scorse settimane, è stato addirittura presentato un nuovo logo, realizzato con il coinvolgimento del liceo artistico Fortunato Depero. Ma le novità non sono solo estetiche, sono di sostanza: l'edizione del 2017, in programma dal 14 al 16 aprile, sarà la più 'giovane' di sempre e la più 'internazionale'.

 

Sarà un Torneo sempre più internazionale perché le squadre di calcio di quest’anno saranno più di cento, provenienti da 17 nazioni, e porteranno a Rovereto circa 2.500 atleti ed accompagnatori. Divise in cinque categorie – allievi, giovanissimi, esordienti, pulcini e women – le squadre arriveranno da Albania, Austria, Bosnia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Italia, Kosovo, Kuwait, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, San Marino, Serbia, Spagna, Svizzera.

 

Tra le nazioni provenienti da più lontano, quest'anno c'è la conferma del Giappone e il ritorno del Kuwait: entrambe le rappresentative arriveranno allo Stadio Quercia con delle squadre di Pulcini. Uno dei record di questa edizione è proprio legato alla categoria di giocatori più giovani, che vede in campo calciatori dagli otto agli undici anni: saranno infatti ben 30 le squadre di Pulcini al Torneo, per un totale di 6 gironi, cifra più alta mai raggiunta.

 

L’importante novità, però, è rappresentata dallo Junior Team. Innanzitutto perché raggiunge numeri eccezionali, i più alti di sempre: gli studenti volontari (che si occuperanno della logistica, della comunicazione e dell’accompagnamento) saranno addirittura più di 140, provenienti scuole superiori di Rovereto e Trento. E poi perché questo sarà il primo anno del Junior Team International.

 

Arriveranno infatti in Trentino alcuni studenti spagnoli nell'ambito di un inedito scambio con i volontari locali, che andranno poi a Castellbell i el Vilar quest’estate per partecipare ad un’altra esperienza di volontariato. Una conferma, invece, la partecipazione al progetto Junior Team di alcuni richiedenti asilo coinvolti tramite Cinformi: dopo l’esperienza molto positiva dell’anno scorso, infatti, c’è stata la volontà da entrambe le parti di riproporre questa opportunità.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Cronaca
05 dicembre - 18:17
Sull'Altopiano dei Sette Comuni la neve sta cadendo abbondante in queste ore e sulle strade sono già diversi i veicoli in difficoltà a causa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato