Contenuto sponsorizzato

Bolzano si "tinge" di verde. Con i nuovi appezzamenti, gli orti urbani arrivano a 260. "Luoghi di incontro e inclusione"

Con la consegna degli ultimi appezzamenti in via Milano e a Firmian, il Comune di Bolzano ha raggiunto i 260 orti urbani su una superficie di oltre 15mila metri quadrati. Destinati ad anziani che non possiedono un terreno o a progetti per disabili o persone con disagi, secondo l'amministrazione continueranno a crescere 

Pubblicato il - 18 agosto 2020 - 13:25

BOLZANO. Oltre 200 orti a dipingere di verde il paesaggio urbano. Dopo la consegna da parte del Comune di Bolzano di 15 appezzamenti nel quartiere Firmian e di altri 10 in via Milano, Bolzano prosegue in un percorso di creazione di luoghi di incontro e inclusione, aperti a tutte quelle categorie che, nel grigio della città, possono trovare nel lavoro della terra un momento di ristoro e pace.

 

Giovani e anziani, famiglie e scuole, bambini e disabili. Sono tante le categorie a cui si rivolge un'esperienza cominciata nel 2017 e che conta ora oltre 250 appezzamenti su una superficie complessiva di 15200 metri quadrati. “Gli orti non solo permettono di coltivare verdure biologiche a chilometro zero, sono anche luoghi di incontro e di inclusione”, esultano i Verdi su facebook, gruppo di cui fa parte l'assessora all'Ambiente, alla Mobilità e alle Pari Opportunità Marialaura Lorenzini, convinta sostenitrice del progetto.

 

Immaginato sin dal principio come un progetto indirizzato a situazioni di disagio sociale, gli orti urbani sono messi a disposizione dal Comune di Bolzano a tutti gli anziani e le anziane che ne facciano richiesta, ai disabili di tutte le età e ad associazioni che si occupano di persone con dipendenze.

 

 

Disponibili per un periodo fino a 9 anni, le concessioni degli appezzamenti possono essere richieste da persone con età minima di 60 anni, residenza nel Comune del capoluogo, stato di quiescenza, nessuna proprietà di terreno agricolo e un reddito lordo del nucleo familiare non superiore ai 50mila euro. Per quanto riguarda i requisiti delle persone disabili che hanno diritto a fare richiesta, bastano una certificazione medica rilasciata da un'Asl comprovante un'invalidità non inferiore al 74%, la residenza nel Comune di Bolzano e, come nel caso precedente, l'assenza di qualsiasi proprietà di terreni agricoli.

 

Ogni persona che volesse beneficiare del servizio di un orto pubblico deve fare richiesta d'assegnazione (annuale) entro e non oltre l'ultimo giorno dell'anno. Il canone annuo non supera i 38 euro (più l'eventuale marca da bollo per il primo anno).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 11:08

Per la giornata contro la violenza sulle donne pubblichiamo la lettera di Erika Perraro, sorella di Eleonora brutalmente uccisa tra il 4 e il 5 settembre 2019 a Nago. Una lettera dura che chiede un cambio di passo e di approccio al problema della violenza sulle donne. Perché i convegni e le promesse dei politici (che ogni 25 novembre si assomigliano ciclicamente) sono importanti ma la realtà vuole risposte diverse, rapide ed efficaci perché per troppe donne il tempo da perdere, purtroppo, è già finito

25 novembre - 13:27

Secondo una prima ricostruzione all’origine dell’incidente potrebbe esserci un sorpasso azzardato. Nel frontale sono rimaste ferite due persone: il 31enne alla guida dell’auto si trova ricoverato in rianimazione, la prognosi è riservata

25 novembre - 13:01

Sono giorni di grande suspance e fermento per gli chef che aspettano l'uscita delle guide. Nelle scorse ore Brunel e Ghezzi, due amici de Il Dolomiti, premiati con le forchette dal Gambero rosso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato