Contenuto sponsorizzato

Né neve né grandine, sul Trentino è caduto il Graupel. L'area meteorologica della FMCR: "Fenomeno non comune alle nostre latitudini"

Dopo il violento temporale della mattinata di mercoledì 26 febbraio, sul terreno sono rimasti dei chicchi troppo morbidi per essere grandine. Il Museo civico di Rovereto ha spiegato il fenomeno, risultato delle alte temperature e più comune a inverni più miti di quello trentino

Di Davide Leveghi - 26 febbraio 2020 - 15:19

TRENTO. Il violento temporale di oggi, breve ed intenso, abbattutosi sul Trentino, ha visto cadere a basse quote dei chicchi di “grandine” particolari. La specificità del fenomeno è stata sottolineata dall'area meteorologica della Fondazione Museo Civico di Rovereto, che attraverso una nota del responsabile Filippo Orlando, ha indicato come non si trattasse né di una nevicata né di una grandinata.

 

“Si tratta di un fenomeno non comune alle nostre latitudini ma comunque abbastanza tipico per gli inverni molto miti come questo (cui ci stiamo purtroppo abituando), e cioè alla cosiddetta 'neve tonda' o Graupel”, ha spiegato.

 

Il fenomeno, piuttosto comune nella regioni meridionali, è legato all'irruzione, dopo una serie di giornate con temperature già primaverili, di un improvviso fronte freddo che ha portato a un elevato gradiente, cioè ad uno scarto consistente di temperatura tra le alte quote che sono tornate sottozero e le basse quote, con temperature ancora alte rispetto alle medie stagionali.

 

“In parole semplici – ha continuato Orlando – questo tipo di precipitazione si forma in partenza da fiocchi di neve che arrivano repentinamente a quote atmosferiche con temperature decisamente più elevate, e, al posto di sciogliersi nel punto di fusione, si 'arrotolano' su se stessi formando i tipici granelli tondi, che riescono a toccare il suolo anche quando il termometro è ben sopra allo zero termico. Oggi in Trentino il fenomeno si è verificato in particolare con temperature intorno ai 7-8 gradi”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 36.437 nuovi casi e 244 decessi. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato