Contenuto sponsorizzato

“Tutelate malga Lagorai”, consegnata la petizione che chiede di salvare la struttura senza trasformarla in un ristorante

Malga Lagorai trasformata in ristorante? In 160 dicono “no”, depositata la petizione per bloccare il progetto: “L’intervento di recupero deve avvenire senza snaturare la vocazione dell’edificio e senza conseguenze per il contesto in cui è inserita”

Di T.G. - 21 dicembre 2020 - 17:02

TRENTO. Sono state Tiziana Vanzo e Daniela Tomasi a farsi carico di consegnare al presidente del Consiglio, Walter Kaswalder, le 160 sottoscrizioni della petizione contro il cambio di destinazione d’uso di Malga Lagorai. Fra le altre cose, i cittadini che sostengono l’appello chiedono che il Consiglio provinciale si faccia parte attiva nella tutela dell’edificio.

 

Da tempo infatti, sulla struttura pende il progetto promosso dalla Magnifica comunità di Fiemme (proprietaria dello stabile) che, secondo i promotori, punta a trasformare Malga Lagorai in un ristorante o bivacco custodito: “Non c’è dubbio sul fatto che la struttura necessiti di interventi di recupero ma ciò dovrebbe avvenire senza snaturare la tipologia e senza conseguenze per il contesto in cui è inserita. Per essere sostenibile – aggiungono – il cambio di destinazione d’uso creerà le condizioni per una forte antropizzazione di una Val Lagorai finora rimasta ai margini dei circuiti di massa e per questo particolarmente apprezzata da chi vuole vivere e non consumare la montagna”.

 

In sostanza i promotori chiedono che la malga non venga trasformata in una struttura ricettiva e che il progetto di valorizzazione portato avanti dalla Magnifica sia condiviso attraverso percorsi di partecipazione aperti alla discussione e al confronto. Infine, le due referenti, hanno ricordato che la petizione è stata presentata al Comune di Tesero ma che sindaco e Giunta l’hanno rigettata. Al momento della consegna alla presidenza del Consiglio era presente anche il consigliere di Onda Civica Filippo Degasperi. Ora la petizione verrà discussa in Ufficio di presidenza e poi assegnata alla Terza Commissione che si occupa di tutela ambientale dove i referenti verranno ascoltati.

 

 

Di seguito pubblichiamo in forma integrale il testo integrale che Vanzo ha letto di fronte al presidente del Consiglio Kaswalder

 

Voi amministratori avete il compito di custodire il Creato oltre che salvaguardare il benessere economico. Se l’ambiente si degrada ne risente anche la salute della società. A volte per avere il superfluo andiamo a rinunciare all’indispensabile… Quelli che noi chiamiamo servizi igienici nella nostra scarsa cultura di civiltà, negli ambienti montani in quota, vanno a compromettere l’acqua potabile, un valore inestimabile ai nostri giorni. L’ambiente non è solo bellezza della paesaggistica.

La salute dell’ambiente è un delicato equilibrio di biodiversità, purtroppo suscettibili alla presenza umana. Una zona poco antropizzata avrà più possibilità di restare in salute senza una struttura ricettiva. Chi si occupa di salute dell’ambiente troppe volte viene additato come nemico del progresso; ma se si tratta di un avanzamento miope, privo di conoscenza dell’evoluzione di tale avanzamento e privo di coscienza tra beneficio e perdita, allora non si tratta di progresso.

Per malga Lagorai non esiste un piano economico che determini le presenze necessarie per il benessere economico ma sappiamo bene che anche una presenza minima in una zona ancora integra andrà a impoverire la zona dal punto di vista ambientale. Questo accanirsi sull’aumentare le presenze in alta quota, porta a un indebolimento del nostro punto di forza turistico: “la parziale integrità ambientale”, che differenzia le nostri valli da altri luoghi turistici.

Non si comprende il motivo che in questi ultimi anni c’è un voler ampliare l’offerta turistica, esclusivamente nelle zone d alta quota, anziché puntare sulle attività e promozioni nei paesi e nel fondovalle e non usare invece questi solo come grandi parcheggi

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 settembre
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cultura
16 settembre - 11:29
A partire dal 15 novembre l'attuale direttore del Centro Servizi Santa Chiara lascerà il proprio incarico. Andrà il Lombardia dove sarà [...]
Cronaca
16 settembre - 11:28
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il socio di una ditta di autospurgo è stato travolto dal suo stesso mezzo che era stato parcheggiato in [...]
Cronaca
16 settembre - 10:15
Erano da poco passate le 8 questa mattina quando sulla circonvallazione tra Bolognano e Arco una donna ha perso il controllo del suo veicolo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato