Contenuto sponsorizzato

Una "Carovana dei ghiacciai" per raccontare gli effetti dei cambiamenti climatici in montagna. Tappa anche in Trentino con Marmolada e Fradusta

Un "tour" di 6 tappe dalla Val d'Aosta al Friuli Venezia Giulia per offrire un'esperienza concreta di cosa sta accadendo ai ghiacciai alpini. La carovana avrà luogo dal 17 agosto al 4 settembre e per tutti gli eventi è necessaria l'iscrizione

 

Di Lucia Brunello - 15 agosto 2020 - 10:00

TRENTO. Se ne parla ormai da anni, ma si può vedere anche con i propri occhi ciò che sta accadendo ai ghiacciai di tutto l'arco alpino. Non serve andare tanto distanti dalla nostra regione per essere testimoni delle conseguenze del surriscaldamento globale. Basti pensare al ghiacciaio della Marmolada, la montagna più alta delle Dolomiti, che da anni soffre sempre più dell'innalzamento delle temperature e a cui si danno ancora (massimo) 30 anni di vita.

 

Per offrire un'esperienza concreta e istruttiva di ciò che sta accadendo, Legambiente (in collaborazione con il Comitato Glaciologico Italiano) ha deciso di dare vita ad un vero e proprio “tour” lungo l’arco alpino, da ovest a est. Il suo nome è “Carovana dei ghiacciai”, avrà luogo dal 17 agosto al 4 settembre e si snoderà in 6 tappe per monitorare la salute di 8 ghiacciai e accendere i riflettori sul tema dei mutamenti climatici in montagna.

 

Sono infatti più di 200 i ghiaccia già scomparsi lasciando il posto a detriti e rocce. Il confronto tra la realtà odierna e le vecchie fotografie dei ghiacciai non lascia dubbi sulla fase di riduzione che stanno attraversando. Un fenomeno preoccupante che si sta verificando ovunque nel mondo.

 

Monitorare e conoscere quanto sta accadendo ai ghiacciai è importante per aumentare la consapevolezza sui drammatici rischi a cui i nostri territori sono esposti a causa dei mutamenti climatici. Lo scopo di Carovana dei ghiacciai è orientare i decisori politici verso scelte lungimiranti e le persone verso stili di vita più sobri. Nella convinzione che lo sviluppo sostenibile sia l’unico possibile.

 

Sono tante le attività che verranno proposte durante la "carovana". Si partirà lunedì 17 agosto dalla Valle d'Aosta con il ghiacciaio del Miage per finire, il 2 settembre, in Friuli Venezia Giulia con la visita al Montasio Occidentale.

Nel mezzo, ovviamente, non potrà mancare il Trentino, con tappa dal 27 al 29 agosto al ghiacciaio della Marmolada, e dal 30 al 1 settembre al ghiacciaio della Fradusta, sulle Pale di San Martino.

 

Tutti gli eventi in programma saranno a numero chiuso, si potrà partecipare iscrivendosi per tempo consultando le tappe su https://www.legambiente.it/carovana-dei-ghiacciai/.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 11:49

Ieri altri due istituti superiori con positivi e anche un bimbo di un asilo. I contagi nelle ultime 24 ore sono 25 e quasi 1600 le persone che in Alto Adige si trovano in isolamento domiciliare 

27 settembre - 21:28

Il lupo, probabilmente cresciuto in cattività e poi liberato, era stato catturato perché troppo confidente con l’uomo. Ora è stato trasferito nel Centro tutela e ricerca del Monte Adone: uno spazio isolato e immerso nel verde, lontano dal pubblico dove può vivere a contato con i propri simili

28 settembre - 11:58

Tante le incognite in vista del ballottaggio di domenica 4 ottobre nei due principali centri dell'Alto Adige. A Bolzano Caramaschi ha incassato il sostegno dell'Svp, mentre Io sto con Bolzano, Team K e M5S non si sono espressi a favore di alcun contendente. A Merano il Pd dà l'appoggio all'uscente Rösch, mentre la "stella alpina" lascia libertà agli elettori

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato