Contenuto sponsorizzato

Arriva "Terra-Aria-Acqua", il progetto per monitorare e tutelare la biodiversità del Trentino

Attraverso una stretta collaborazione tra aziende agricole, istituzioni e cittadini si vuole tutelare la biodiversità del territorio. Un grande ruolo lo giocherà la cittadinanza che è invitata a fotografare piante e animali per poi condividere le immagini con gli esperti, soddisfando così le proprie curiosità e aiutando nel monitoraggio della situazione 

Di Silvia Pasolli - 06 aprile 2021 - 18:31

TRENTO. Grazie al progetto “Terra-Aria-Acqua” i cittadini si trasformano in osservatori e scienziati, aiutando e scoprendo il nostro territorio mentre le aziende promuovono la biodiversità nei campi.

 

“Terra-Aria-Acqua” è un progetto di durata triennale, iniziato nel 2020, che unisce l’Associazione Culturale Biodistretto Trento, il Comune di Trento e il Muse nell'intento di promuovere una nuova alleanza tra paesaggio urbano e agricolo per la tutela della biodiversità.

 

Il cuore del progetto sono gli agricoltori - spiega la coordinatrice Chiara Fedrigotti - sono una decina le aziende biologiche che hanno partecipato tra cui Cantine Ferrari, Cantina di Aldeno, Foradori, e le cantine sociali di Trento e Lavis”.

 

“Nel 2020 ci siamo occupati di controllare e analizzare le aree di queste attività - prosegue Fedrigotti -  per poter studiare come portare a un livello superiore la biodiversità del territorio, prestando attenzione a grandi alberi che possono ospitare uccelli, siepi arbusti e piccoli possibili habitat acquatici”.

 

“Il nostro obiettivo - conclude - è quello di tutelare e sviluppare la biodiversità in Trentino attraverso la creazione di nidi per attirare specie utili per il controllo degli insetti dannosi. Questi nidi verranno realizzati dalla Cooperativa sociale 92, nostra partner nel progetto”

 

Ma non ci si limita a questo, “Terra-Aria-Acqua” offre infatti ai cittadini la possibilità di partecipare gratuitamente. Chiunque passeggiando in montagna o fuori casa può fotografare una pianta o un animale per poi chiedere di che specie si tratta e qualche ulteriore curiosità caricando la foto sulla piattaforma web o sull’applicazione iNaturalist.

L’aiuto e la curiosità dei cittadini contribuirà a monitorare la situazione della biodiversità urbana. Inoltre è possibile rivolgersi alla pagina Facebook, “Citizen science Muse” dove gli esperti risponderanno a dubbi e curiosità.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 maggio - 20:00
Si va verso il provvedimento di decadenza della Guerrato e ora le strutture provinciali valutano come procedere per sbloccare il Not. Non si [...]
Cronaca
27 maggio - 18:21
Fortunatamente non sono rimaste coinvolte persone nel distacco di grandi dimensioni sul versante est del Monte Daino. Il geologo e i tecnici hanno [...]
Montagna
27 maggio - 18:41
Nella maxi-operazioni di soccorso sono decollati 7 elicotteri e sono stati entrati in azione una quarantina di tecnici. Il crollo ha coinvolto 17 [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato