Contenuto sponsorizzato

Ciclopedonale Povo-Villazzano: l'ok della Giunta al progetto da quasi un milione di euro. Ianeselli: “A Trento i 70 chilometri di piste ciclabili aumentano ogni anno”

La Giunta comunale ha dato l'ok al progetto preliminare per il collegamento tra via Salè e via alla Cros: un ulteriore tassello per collegare Povo e Villazzano e consentire ai ciclisti di non transitare sulle strade

Pubblicato il - 02 agosto 2021 - 18:19

TRENTO. Ciclopedonale Povo-Villazzano: il via della Giunta al progetto preliminare di collegamento tra via Salè e via alla Cros. Si tratta, dice l'Amministrazione del capoluogo, di un ulteriore e fondamentale tassello del collegamento tra i sobborghi collinari di Povo e Villazzano, che consentirà ai ciclisti di non transitare sulla sede stradale, molto frequentata da veicoli a velocità anche elevate.

 

Come spiegato dal capo ufficio Parchi e giardini Giavanna Ulrici, il progetto rientra a pieno titolo nel piano comunale di potenziamento delle piste ciclabili. “Attualmente nel comune di Trento ci sono 70.780 metri di piste ciclabili - ha sottolineato il sindaco di Trento Franco Ianeselli - La lunghezza cresce ogni anno se pensiamo che nel 2019 era pari a 66 mila e 500 metri. Nel corso del 2021 aggiungeremo altri 1.140 metri con nuovi tratti di piste ciclabili a Madonna Bianca, in via Caneppele a Roncafort e con il primo lotto della Povo Villazzano. Altri 4.050 metri sono in previsione, per esempio in via Grazioli, via Menguzzato, in via Bettini e a Maso Smalz. Il progetto di cui stiamo parlando riguarda una ciclopedonale che prevede dunque la compresenza di due ruote e pedoni. Progettare due percorsi distinti allungherebbe di molto i tempi e, si sa, questo è un intervento atteso da tempo. Fondamentale sarà dunque il parere della Circoscrizione”.

 

Nel dettaglio, il nuovo percorso ciclopedonale si colloca a monte della strada, attraverso l’ampliamento del marciapiede esistente verso ovest (visti i numerosi vincoli fisici a monte) con una parziale traslazione e regolarizzazione della sezione della strada provinciale adiacente, già condivisa ed autorizzata in occasione dell'elaborazione del progetto generale dell'infrastruttura nel 2015.

 

L'intervento prevede la realizzazione di una pista ciclopedonale di circa 650 metri di lunghezza e di 3,50 metri di larghezza prevalente che parte dalla rotatoria di via Salè all’altezza di Povo a nord, per poi scendere lungo via Castel di Pietrapiana in direzione Villazzano, fino all'altezza dei campi da calcio in via alla Cros, dove si congiunge al tratto della ciclabile ora in fase di esecuzione. Tutto il tracciato è protetto da cavallotti (transenne pedonali), è alberato e illuminato con un nuovo impianto utile anche alla strada adiacente.

 

Il progetto punta a contribuire al disegno di connessione tra la collina est e la rete ciclabile cittadina e al potenziamento della mobilità sostenibile sull’intero territorio provinciale. Nell’ambito del piano generale delle piste ciclopedonali, dice l'Amministrazione del capoluogo, il percorso di collegamento tra Villazzano e Povo costituisce un potenziale asse portante ciclabile nella zona est della città, rappresentando un collegamento fra due sobborghi popolosi e ricchi di nodi funzionali attrattori (come il polo universitario). L’obiettivo di questo tipo di opera è, in poche parole, di contribuire alla diffusione dell’uso della bicicletta come mezzo di locomozione, direttamente proporzionale alla disponibilità di percorsi dedicati che, aumentando il livello di sicurezza, riduce i conflitti con pedoni e veicoli.

 

Il costo dell'opera, che prevede anche il rifacimento dei sottoservizi e la realizzazione del nuovo impianto di illuminazione, è di circa 900 mila euro. Il tempo contrattuale per l’esecuzione dei lavori è previsto in 240 giorni naturali consecutivi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 September - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 September - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Cronaca
28 September - 07:23
L'incendio si è sviluppato in un'azienda agricola di Ora, ad intervenire oltre ai vigili del fuoco del posto anche il corpo di Egna. Non ci sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato