Contenuto sponsorizzato

Colpo di fuoco, la Fem gioca d'anticipo per evitare i 600 casi dell'anno scorso. "Cruciale il costante monitoraggio delle condizioni meteo"

Si è tenuta l'11 marzo una conferenza online tra la Fem ed altri protagonisti del territorio sulla minaccia rappresentata dal colpo di fuoco. "Temperature medie elevate, bagnatura delle piante dovuta a piogge a partire dal 26 aprile, fioritura prolungata e intensa attività degli insetti pronubi hanno causato questa grave situazione"

Di Silvia Pasolli - 11 marzo 2021 - 19:20

TRENTO. Si è tenuta oggi, 11 marzo, la diretta organizzata dalla Fem per informare della gravità della situazione che l’anno scorso si è manifestata con circa 600 casi di colpi di fuoco in Trentino, colpendo in particolare la Valsugana, e per fornire alcune utili indicazioni per la stagione 2021. Hanno partecipato alla conferenza anche l’ufficio fitosanitario della Pat, il Crea-dc e il Südtiroler Beratungsring e collegate erano circa 120 persone.

 

Erwinia amylovora è il nome del batterio che rappresenta una delle più gravi e pericolose malattie infettive delle pomacee, che su 204 campioni tra melo, pero e rosacee ornamentali ha visto il 38 % venire colpito dall’infezione. La soluzione (come per la flavescenza dorata, che ha colpito le viti) è l’estirpo o l’asportazione delle parti colpite. Le piante devono essere tagliate ad almeno 70 centimetri dal limite visibile del sintomo e l’immediata bruciatura della pianta estirpata.

 

“Si ipotizza che la diffusione nell’annata 2020 sia dovuta ad una serie di condizioni favorevoli alla Erwinia amylovora durante la fioritura", hanno spiegato i tecnici Fem Lodovico Delaiti, Mattia Zaffoni, Nicola Andreatti nella diretta tenutasi l’11 marzo che ha visto partecipare 120 persone. "Temperature medie elevate, bagnatura delle piante dovuta a piogge a partire dal 26 aprile, fioritura prolungata e intensa attività degli insetti pronubi hanno causato questa grave situazione"

 

“Gli impianti più colpiti sono quelli più giovani dagli 0 a 3 anni, ma sono stati colpiti anche frutteti fino al sesto anno di età. Le varietà maggiormente interessate sono state Fuji, Gala, Fengapi-Tessa, Gradisca-Enjoy, Roho 3615-Evelina, Morgenduft, Swing Xeleven(s), Crimson Snow, Lumaga-Galant, Kizuri-Morgana, mentre Golden D è risultata meno suscettibile, probabilmente a causa della scarsa fioritura” specificano i tecnici.

 

La strategia intrapresa dalla Fem per la stagione in arrivo è il costante monitoraggio delle condizioni meteo che permetterà di conoscere in tempo reale il rischio di infezione tramite un metodo previsionale. La fondazione Mach predisporrà delle indicazioni per la difesa delle singole zone.

 

Stefania Loreti del Crea (difesa e certificazione) spiega una situazione più generale “la malattia ha avuto origine negli Usa ai primi del Novecento ed oggi è presente in oltre 100 paesi, segnalando che nel 2020 si è assistito ad un preoccupante incremento delle infezioni non solo in Trentino, ma anche in Piemonte ed Emilia Romagna.”

 

È fondamentale una forte sorveglianza della malattia, una riduzione degli interventi con prodotti rameici nella fase estiva e autunnale sulle varietà poco soggette alla rugginosità e la disinfezione degli attrezzi usati per le operazioni di taglio e potatura.

 

Anche l’Alto Adige ha avuto casi di colpo di fuoco che si è manifestato a Lana e Laives mentre non c’è stato nessun caso nel Canton Ticino.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 20:26
Trovati 188 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 112 guarigioni. Sono 44 i pazienti in ospedale. Sono 833.300 le dosi di [...]
Politica
27 novembre - 19:46
Le attiviste hanno ricordato anche la recente aggressione avvenuta in centro, e arrivata dopo un evento che serviva per autofinanziare la [...]
Cronaca
27 novembre - 19:29
Il genoma è stato sequenziato al laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco. Il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato