Contenuto sponsorizzato

Rifiuti abbandonati in Trentino, la Pat: “Fenomeno in crescita con risvolti pericolosi per cittadini e ambiente”

Da diversi anni il fenomeno dell’abbandono di rifiuti si riscontra sempre più frequentemente lungo le strade del Trentino, dopo l’interrogazione di Zeni la risposta della Pat: “Fenomeno trasversale, che interessa sia categorie produttive, come i piccoli artigiani, che singoli cittadini e i turisti”

Di Tiziano Grottolo - 22 maggio 2021 - 18:04

TRENTO. La questione era stata sollevata in prima battuta dal consigliere Pd Luca Zeni che sul tema dell’abbandono dei rifiuti aveva depositato un’interrogazione sottolineando “la diffusione di un pericoloso fenomeno, quello cioè di scambiare i boschi per discariche abusive, approfittando dell’assenza di controlli e depositando negli stessi ogni tipo di rifiuto, anche lanciandoli addirittura dagli autoveicoli in movimento”.

 

Ora è arrivata la risposta del presidente della Provincia Maurizio Fugatti che afferma: “Da diversi anni il fenomeno dell’abbandono di rifiuti si riscontra sempre più frequentemente lungo le strade del Trentino, in particolare lungo quelle arterie di maggior percorrenza che conducono verso il capoluogo o che consentono il collegamento con le regioni confinanti”. Una problematica che comunque può essere riscontrata anche in altre aree, sia in quelle urbane e periferiche, che in territorio aperto, tanto che la Pat parla di “comportamenti non isolati e attribuibili alle più svariate categorie di persone”.

 

Si tratta infatti di un fenomeno trasversale, che interessa sia categorie produttive (piccoli artigiani) che singoli cittadini, così come i turisti che cercano in tal modo di sbarazzarsi dei propri rifiuti per incuria o pigrizia nel riportare a casa o nei luoghi pubblici di raccolta i materiali inquinanti come le bottigliette, le lattine, e gli involucri dei cibi. Ancora più gravi sono i comportamenti dove i responsabili cercano di evitare il pagamento delle tariffe di smaltimento.

 

“È chiaro – afferma Fugatti – che tutto ciò determina in alcune circostanze un’immagine di degrado e trascuratezza del territorio con risvolti anche pericolosi per la salute dei cittadini e per la tutela ambientale”. Alla luce del “progressivo e preoccupante incremento di tali fenomeni” la Pat ha avviato già dal 2015 un confronto sul tema in seno alla Cabina di regia per il Sistema integrato provinciale della vigilanza territoriale e ambientale, promuovendo forme di coordinamento in particolare con i rappresentanti delle Polizie locali rappresentate nella Cabina di regia.

 

Infatti sono proprio i Comuni i soggetti che hanno le principali competenze connesse all’attività di vigilanza per individuare le situazioni di abbandono dei rifiuti, oltre che quelle relative alla gestione della raccolta dei rifiuti. Su questo tema però svolge un importante ruolo anche il Corpo forestale provinciale, che opera una vigilanza diffusa in particolare sul territorio aperto. Ad ogni modo, Fugatti ha fatto sapere di condividere le preoccupazioni sollevate da Zeni promettendo che la tematica continuerà a essere oggetto di confronto affinché i diversi soggetti competenti, al di là dell’attività di vigilanza, possano intraprendere quelle attività di formazione nei confronti della popolazione in senso lato, utili a prevenire il diffuso fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 29 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 19:00
Secondo la presidente del Comitato per la legalità e la trasparenza ed ex consigliera comunale a Rovereto, molti cittadini lamenterebbero tempi [...]
Cronaca
29 novembre - 20:00
Trovati 64 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 31 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 836.703 le dosi di [...]
Cronaca
29 novembre - 19:02
I centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari saranno aperti in via eccezionale dalle 6 alle 24 per una vera e propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato