Contenuto sponsorizzato

Campane dei rifiuti sul Bondone con le ore contate

Il Movimento 5 Stelle interroga il sindaco Andreatta sulla politica di ottimizzazione della gestione dei rifiuti sulla montagna

Campana dei rifiuti sul Monte Bondone
Pubblicato il - 10 agosto 2016 - 11:07

MONTE BONDONE. Il Movimento 5 Stelle accoglie la segnalazione di alcuni residenti presenti a Vason sul tema della raccolta dei rifiuti di carta, imballaggi leggeri, vetro e organico così come promosso dal Comune. Secondo un cartello apposto infatti sulle campane, i contenitori hanno ormai le ore contate e saranno rimossi nell'ottica di ottimizzazione prevista nel progetto di aggiornamento della modalità di raccolta dei rifiuti urbani del Monte Bondone.

 

Il Movimento 5 Stelle mostra la propria perplessità per la scelta presa dall'amministrazione comunale, in considerazione che turisti, residenti e non residenti trovano le stesse importanti per un corretto conferimento dei rifiuti.

 

Il Movimento è pronto a proporre un'interrogazione al sindaco Andreatta per chiarire quale sia la logica dietro la citata ottimizzazione della raccolta e nello specifico il vantaggio che deriva per il cittadino e per l'Azienda.Per trasparenza ed informazione ai cittadini viene infine chiesto nel dettaglio i termini specifici del piano di razionamento della raccolta nel comune di Trento da oggi al 2020, possibile fine della legislatura chiedendo evidenza in particolare dei costi aziendali e la prospettiva di risparmio prevista e i possibili vantaggi economici per il contribuente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 19:20

La situazione si complica in Val di Cembra dove i contagi continuano a salire, soprattutto a Palù dove il 14 è coinciso con la ricorrenza del patrono. Si contano 79 nuovi casi a Trento e poi seguono Pergine, Arco, Lavis, Rovereto e Levico Terme 

28 febbraio - 20:11

Nel Comune di Giovo il rapporto contagi/residenti ha raggiunto il 3,3%, il sindaco non esclude l’entrata in vigore di misure più restrittive: Ci sono intere famiglie coinvolte, dove sia i genitori che i figli sono risultati positivi, forse ci sono un po’ meno anziani rispetto alle altre fasce d’età”

28 febbraio - 15:55

Il rapporto è doppio rispetto al livello medio nazionale e anche oggi si registrano 329 nuovi casi di cui 80 tra giovani in età scolare. In un giorno messe in quarantena ben 18 classi (venerdì erano 35 ieri 53)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato