Contenuto sponsorizzato

Conservare e storicizzare la performance, Giovanni Morbin a Centrale Fies

Giovanni Morbin parteciperà a tutti gli eventi: in Live Works Performance Act Award a Centrale Fies dal 20 al 22 luglio, sesta edizione, come guest performer con altri quattro artisti. Per ultimo il 28 luglio alle 19, Giovanni Morbin nel Parco della Centrale eseguirà una performance. “Conversazione con Go- Ibridazione 7”
DAL BLOG
Di Alda Baglioni - 10 luglio 2018

Insegna arte al Bonporti con chaplin nel cuore

L’arte contemporanea è un mare in piena, un universo di contaminazioni. DroDesera XXXVIII- supercontinent con la prima mostra antologica dedicata a Giovanni Morbin ce lo dimostra. Il 7 luglio si è inaugurata la mostra curata da Denis Isaia. A seguito è stata presentata da Morbin la sua performance: “Concerto a Perdifiato”. Il concetto che sta portando avanti Centrale Fies è documentare, conservare e storicizzare la performance. Giovanni Morbin, nato a Valdagno nel 1956, ha un percorso artistico variegato. Un diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia, dopo un corso di pittura nel laboratorio di Emilio Vedova, lo hanno formato artisticamente.

 

I suoi lavori in mostra vanno dal 1979 con L’appeso, prova pittorica, al 2014 con l’installazione ...after Sneemann, dopo Harald Sneemann, raccolta di polveri presenti nello studio del curatore svizzero, scomparso dove la povertà della materia utilizzata viene apprezzata e valorizzata dall’artista. Marcel Duchamp insegna ancora, viene infatti omaggiato con MOSTRA! Mauro Roncolato mostra Duchamp a Orbin Giovanni (bendato in diapositiva) 1987. Tra concettuale e teatrale come lo Strumento a Perdifiato, 1995, un ampio e sottile strumento tondeggiante in ottone che unisce la bocca all’orecchio.

 

Viene così introdotto il “Concerto a Perdifiato” della sera in cui sul palco della Turbina 1, un gruppo di ventuno persone, di varia età, artisti improvvisati, alcuni del posto, Dro e dintorni, si esibiscono disinvoltamente in una performance acustica. Linguaggi artistici s’incontrano, tra suoni frammentati, movimenti instabili, discorsi implosivi. Ci si parla addosso, non si ascolta l’altro, in un’ora di performance, l’artista ha esasperato il gesto teatrale creando disagio nel pubblico, alcuni escono, altri spaesati attendono il finale, con applauso. L’oggetto diviene soggetto, gli orchestrali eseguono una partitura su temi proposti da loro, ma il dialogo sarà inevitabilmente con se stesso.

 

Giovanni Morbin parteciperà a tutti gli eventi: in Live Works Performance Act Award a Centrale Fies dal 20 al 22 luglio, sesta edizione, come guest performer con altri quattro artisti. Per ultimo il 28 luglio alle 19, Giovanni Morbin nel Parco della Centrale eseguirà una performance. “Conversazione con Go- Ibridazione 7”.

 

DRODESERA dal 20 al 28 luglio- Centrale Fies. Per contatti e prenotazioni: 0464 504700- prenotazione@centralefies.it

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 marzo - 20:24

Sono 227 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

05 marzo - 18:56

Ha frequentato una scuola di moda e dopo un periodo di gavetta, la 25enne è rimasta senza occupazione a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid-19 ma non si è persa d'animo. Cecilia Bianchi: "Lavoravo in un negozio di tendaggi ma vista la situazione difficile mi sono ritrovata a casa. A quel punto ho iniziato a riflettere sul mio futuro con maggiore forza e ho deciso di rimettermi in gioco con energia con una mia attività"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato