Contenuto sponsorizzato

Francesco Moser protagonista tra le pagine de 'La corsa del secolo' di Mondadori, ma in copertina ci finisce Aldo, mai citato nel libro

Cronache inattuali/10. Il libro ripercorre cento anni di storia di ciclismo attraverso il Giro e gli autori Paolo Colombo e Gioachino Lanottecita citano lo 'Sceriffo' e Simoni, ma l'immagine di copertina riposta il più anziano dei Moser alla corsa rosa del 1965, conclusa in 22esima posizione
Dal blog di Carlo Martinelli - 07 giugno 2017 - 10:52

Piccola piccolissima storia inattuale ed editoriale. Mondadori ristampa un ottimo libro che parrebbe di sport ma è molto altro e di più.

 

'La corsa del secolo' di Paolo Colombo e Gioachino Lanotte racconta infatti cent’anni di storia italiana attraverso il Giro.

 

Il ricco indice finale dei nomi ci fa scoprire come Francesco Moser possa contare su un cospicuo numero di citazioni, ben otto (poche meno di Coppi e comunque più di Saronni e molte più del compaesano Simoni, fermo ad una).

 

Ma l’immagine di copertina scompagina ogni calcolo. Perché è sì un Moser in copertina, ma è l’Aldo, il 'vecio'​, con la gloriosa casacca della Maino.

 

Giro del 1965, il ciclista di Palù di Giovo supera la slavina caduta sulla strada che porta allo Stelvio, in prossimità dell’arrivo della ventesima tappa. La bellezza di una immagine ​(Giorgio Lotti a scattarla, mica bruscolini) ​che consegna, meritatamente, Aldo Moser ad una copertina da Oscar...Mondadori

 

​A proposito: in quel Giro d'Italia del 1965 il più anziano dei Moser concluderà in 22esima posizione. ​

 

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 05:01

Andrea Mazzarese, segretario regionale Sinappe, lancia l'allarme: "Gli agenti di polizia penitenziaria costretti a lavorare con l'illuminazione di un faretto che ci è stato lasciato provvisoriamente dai vigili del fuoco e in cinque sezioni manca anche la videosorveglianza"

21 gennaio - 12:57

Katia Rossato negli scorsi giorni ha fatto un post contro il Comune che ha detto no all'introduzione della pistola elettrica a Trento. Il Taser però diventa Teaser (una pubblicità, un trailer) per la consigliera che non legge e il marito (l'attivista Demattè) compie lo stesso errore mentre ieri attaccava il Dolomiti per una presunta fake news collezionando l'ennesima figuraccia

21 gennaio - 10:37

Il 43enne perito elettrotecnico, si occupava della gestione di centrali e di una diga. Appassionato di sport, suonava il trombone. Il ricordo dei compagni: ''Sconvolti, rimarrai nella nostra musica''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato