Contenuto sponsorizzato

Francesco Moser protagonista tra le pagine de 'La corsa del secolo' di Mondadori, ma in copertina ci finisce Aldo, mai citato nel libro

Cronache inattuali/10. Il libro ripercorre cento anni di storia di ciclismo attraverso il Giro e gli autori Paolo Colombo e Gioachino Lanottecita citano lo 'Sceriffo' e Simoni, ma l'immagine di copertina riposta il più anziano dei Moser alla corsa rosa del 1965, conclusa in 22esima posizione
DAL BLOG
Di Carlo Martinelli - 07 giugno 2017
Giornalista, scrittore, ex libraio, campione di telequiz. E’ autore di “Storie di pallone e bicicletta“, “Un orso sbrana Baricco” e "Campo per destinazione - 70 storie dell'altro calcio"...

Piccola piccolissima storia inattuale ed editoriale. Mondadori ristampa un ottimo libro che parrebbe di sport ma è molto altro e di più.

 

'La corsa del secolo' di Paolo Colombo e Gioachino Lanotte racconta infatti cent’anni di storia italiana attraverso il Giro.

 

Il ricco indice finale dei nomi ci fa scoprire come Francesco Moser possa contare su un cospicuo numero di citazioni, ben otto (poche meno di Coppi e comunque più di Saronni e molte più del compaesano Simoni, fermo ad una).

 

Ma l’immagine di copertina scompagina ogni calcolo. Perché è sì un Moser in copertina, ma è l’Aldo, il 'vecio'​, con la gloriosa casacca della Maino.

 

Giro del 1965, il ciclista di Palù di Giovo supera la slavina caduta sulla strada che porta allo Stelvio, in prossimità dell’arrivo della ventesima tappa. La bellezza di una immagine ​(Giorgio Lotti a scattarla, mica bruscolini) ​che consegna, meritatamente, Aldo Moser ad una copertina da Oscar...Mondadori

 

​A proposito: in quel Giro d'Italia del 1965 il più anziano dei Moser concluderà in 22esima posizione. ​

 

 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 12:15

La Uil invita quindi il vescovo Lauro Tisi a valutare la possibile di cedere quel patrimonio che la curia non intende più utilizzare. Alotti: "Sarebbe un'ottima scelta dal punto di vista ambientale e sociale. Una soluzione per interrompere il consumo di suolo, incentivare i lavori di edilizia pubblica, le ristrutturazioni, e aumentare in modo rilevante l’offerta di alloggi"

23 settembre - 11:53

Ovunque si organizzano comitati intimoriti dall'arrivo della nuova tecnologia (anche a Dro dove sono state raccolte oltre 400 firme) e dal fatto che verranno installate nuove antenne per supportarla convinti che ciò aumenterà l'inquinamento elettromagnetico. In realtà è proprio il contrario. Ce lo spiegava l'ex direttore del nodo italiano degli Eit, Roberto Saracco, e ora lo spiega anche la principale associazione a tutela dei consumatori

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, venerdì sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato