Contenuto sponsorizzato

A Natale siamo tutti più buoni con la speranza di pensare meno a quello che avremmo potuto fare e di guardare più al futuro da migliorare

Magari, in queste settimane, stiamo addirittura riuscendo a diventare davvero più buoni. Non per qualche giorno. Non per la donazione in più o per il regalo solidale. Ma perché, seppur magari con prepotenza, anche questo Natale smuove qualcosa dentro di noi
DAL BLOG
Di Idil Boscia - 31 dicembre 2019

Amo raccontare frammenti di vita e tutto ciò che lascia un segno

Il Natale è entrato nelle nostre case. Con prepotenza, a volte. Noi abbiamo scelto quale spazio dargli. E di quale significato riempirlo. Con l'attenzione a non scoppiare. Qualcuno si sarà fatto prendere dall'ansia, qualcun altro sarà  impazzito nei centri commerciali per riempire le borse. Con le migliori intenzioni del mondo, certo. Magari per fare contenti i nostri bambini. E che fatica, quando arriva il giorno in cui i tuoi figli ti chiedono di dire la verità su Babbo Natale. E tu, magari, te la cavi dicendo che Babbo Natale arriva finché ci si crede. Finché c'è ancora magia.

L'atmosfera fa la sua parte. Senza dubbio. Le luci, le musiche, i profumi, gli addobbi, il calendario dell'Avvento, la neve... Tutto ciò che si prepara in attesa del Natale e che ci accompagna fino all'Epifania. Sono giorni da passare in famiglia, possibilmente. D'altronde, il "Natale con i tuoi" ha sempre il suo fascino. Fa tornare tutti un po' bambini e, forse, anche un po' più attenti all'altro. Con un velo di malinconia, a volte, nel pensare a chi non c'è più. O con un grande vuoto. Forse è lì che la magia può entrare, che la luce può sconfiggere il buio. Forse, se ci crediamo, è lì che nasce un Bambino. Nel nostro presepe interiore. Dove, nonostante tutto, si sorride al nuovo anno. 

E, ancora, il Natale è associato alla vacanza, ai momenti di spensieratezza. Magari, in queste settimane, stiamo addirittura riuscendo a diventare davvero più buoni. Non per qualche giorno. Non per la donazione in più o per il regalo solidale. Ma perché, seppur magari con prepotenza, anche questo Natale smuove qualcosa dentro di noi. Perché, forse, questi giorni un po' magici ci aiutano a guardare meno a quello che avremmo potuto fare e di più al futuro da migliorare.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato