Contenuto sponsorizzato

Il 'Déjà vu' vissuto attraverso l'arte

L'universalità dell'arte attraverso "Superficie" l'opera di Giuseppe Capogrossi
Giuseppe Capogrossi – Superficie / Surface 399 – 1961 – Olio su tela (collezione MART)
DAL BLOG
Di Matteo Boato - 01 ottobre 2016

 Pittore, i suoi lavori sono presenti in molti paesi europei, in Giappone, Cina, Brasile, Stati Uniti e Russia. Ha al suo attivo installazioni, attività didattiche, scenografie, performance musicali, illustrazioni per bambini e per adulti. 

Ci sono opere e immagini che, pur essendo nuove, credo di aver già visto, che riconosco all'interno del panorama dei paesaggi vissuti nel passato e chissà come o perchè rimasti impressi nella retina o nel cuore.

 

Come la “mia” Populonia toscana, come uno scenario della Val di Sella in Trentino o una vista dall'alto della baia di Hong Kong.

 

Così per pura assonanza ho sentito molto famigliare anche questo lavoro di Capogrossi (collezione Mart) che mi guardava come un grande occhio. Famigliare: perchè sono le mie cellule. Anzi, è il paesaggio subatomico di cui è fatto (o visto che a detta dei fisici siamo pura energia, potrei dire “non fatto”) il mio inconsistente corpo.

 

L'arte, quando è davvero arte, è universale non perchè permetta di comunicare lo stesso concetto a tutti ma perchè, chiunque le dedichi un frammento di attenzione, trovi un appiglio vitale, personale e intimo.


(Giuseppe Capogrossi – Superficie / Surface 399 – 1961 – Olio su tela - collezione MART)

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 dicembre - 20:45

Il premier Giuseppe Conte spiega le principali misure contenute nel nuovo Dpcm per le festività di Natale e Capodanno: "La curva si è abbassata ma non possiamo distrarci e abbassare la guardia. Dobbiamo evitare la terza ondata"

03 dicembre - 20:17

Sono 449 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 45 pazienti sono in terapia intensiva e 53 in alta intensità. Sono stati comunicati 239 positivi sull'analisi di 3.575 tamponi molecolari e altri 237 contagi sono stati individuati tramite 1.954 test antigenici per un totale di 476 casi nelle ultime 24 ore

03 dicembre - 19:01

Mentre oggi la Pat ha finalmente comunicato i dati completi del contagio che mostrano come il Trentino abbia lo stesso numero (se non di più) di contagi dell'Alto Adige, come vi raccontava il Dolomiti da giorni, il presidente ha presentato i dati su Rt e ospedalizzazioni. Poi ha spiegato cosa non va delle decisioni prese a livello governativo e confermato che il weekend i negozi e centri commerciali saranno aperti in Trentino, salvo dpcm

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato