Contenuto sponsorizzato

Agrofarmaci natural, tante le difficoltà per le ditte a ottenere l'autorizzazione alla vendita

Il 60% della spesa necessaria per un nuovo prodotto è legata alla registrazione. La trafila burocratica e tecnica è la stessa di quella richiesta per un fitofarmaco di sintesi
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 12 maggio 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Al convegno su “Prospettive degli agenti di biocontrollo in vigneto” che si è svolto l’8 aprile 2019 a Vinitaly si è parlato anche delle difficoltà che le ditte incontrano per ottenere l’autorizzazione alla vendita.

 

Ilaria Pertot, responsabile del Centro agricoltura, alimentazione e ambiente (C3A) cogestito da Fondazione Mach e Università di Trento, che ha svolto una delle relazioni di base, dice che il 60% della spesa necessaria per un nuovo prodotto è legata alla registrazione.

 

La trafila burocratica e tecnica è la stessa di quella richiesta per un fitofarmaco di sintesi, ma è resa talora impraticabile dall’elevato numero di analisi e valutazione del rischio richiesto quando le molecole della parte attiva del prodotto sono più di una.

 

A differenza di quanto succede per i prodotti di sintesi chimica che hanno un solo principio attivo. La legislazione vigente degli Usa è molto più semplice e incentivante.  

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 maggio - 18:49

Ci sono 5.423 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 1.132 (769 letti da Apss e 363 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,35% 

28 maggio - 15:50

Le strade tra Carli e Agire potrebbero presto incrociarsi. Dopo essere uscito allo scoperto nelle scorse settimane, il noto imprenditore nelle scorse ore ha diramato una lettera aperta alla cittadinanza per trovare convergenze e possibili alleati nella corsa a palazzo Thun, mentre il movimento di Claudio Cia è reduce dalla rottura con Alessandro Baracetti e la coalizione guidata dalla Lega

28 maggio - 18:30

Il Trentino si porta così complessivamente a 5.423 casi, mentre resta a 466 decessi da inizio epidemia. Un nuovo caso riguarda un ospite in Rsa. Sono 3 i pazienti ricoverati in terapia intensiva all'ospedale di Rovereto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato