Contenuto sponsorizzato

Api a ''mezzo servizio'' per avere una produzione di qualità e buon reddito

Si può parlare di api a mezzo servizio per illustrare una pratica suggerita da Alberto Dorigoni responsabile della sperimentazione frutticola (melo) che si effettua da molti anni nell'Azienda Maso delle Parti di Mezzolombardo gestita dalla Fondazione Mach
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 22 aprile 2019

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele. Ha vinto la Penna d'Oro nel 1988

Si può parlare di api a mezzo servizio per illustrare una pratica suggerita da Alberto Dorigoni responsabile della sperimentazione frutticola (melo) che si effettua da molti anni nell'Azienda Maso delle Parti di Mezzolombardo gestita dalla Fondazione Mach.

 

La tecnica consiste nell’allestire una copertura di plastica monofilare lungo le file di meli allevati a spalliera verticale e calarla fino a terra quando le api hanno completato la fecondazione dei fiori centrali dei mazzetti.

 

Da una gemma fruttifera di melo spuntano cinque fiori e anche più.

 

Dorigoni ha dimostrato con risultati concreti che è sufficiente impollinare 100-120 fiori a pianta per avere una produzione di qualità e assicurare un reddito soddisfacente. La tesi dell’esperto non ha avuto molto seguito

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 ottobre - 06:01

E' un'idea un po' circolare, dopo Walter Veltroni alla nomina a segretario del Partito democratico nel 2007, l'ultima proposta è stata lanciata dall'ex presidente del consiglio Enrico Letta dopo la manifestazione di venerdì 27 settembre. Disnan: "La politica è anche partecipazione attiva che in larga maggioranza non è sentita nelle generazioni più giovani"

14 ottobre - 19:00

L'aumento delle truffe e delle frodi informatiche avviene in un contesto di calo dell'indice di criminalità elaborato dal quotidiano economico Il Sole 24 ore. Il Trentino al secondo posto, dopo Firenze per le denunce riguardanti riciclaggio e impiego di denaro

14 ottobre - 16:55

Uscita sulla stampa nazionale la notizia dei 23 ragazzi del primo anno, bocciati in 4 licei di Trento, che si sono ritrovati tutti iscritti all'istituto Rosmini e messi in un'unica classe ''speciale'' ha convinto molti, ma non tutti. Ecco perché

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato