Contenuto sponsorizzato

BLOG. Causa alla Fondazione Mach, indebita concorrenza esercitata

L'Ordine degli agronomi ha incaricato uno studio di avvocati di Verona di redigere una memoria sulla quale impostare una causa giudiziaria
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 04 settembre 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il direttivo dell’Ordine dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Trento, presieduto fino a metà dello scorso anno da Claudio Maurina, dottore forestale libero professionista, aveva incaricato uno studio di avvocati di Verona di redigere una memoria sulla quale impostare causa giudiziaria a carico della Fondazione Mach.

 

Motivo del ricorso: indebita concorrenza esercitata dai dipendenti non iscritti all’Ordine in diversi ambiti di lavoro che in altre parti d’Italia sono svolti dagli iscritti.

 

La memoria ultimata nel settembre del 2017 è stata consegnata al nuovo presidente dell’Ordine Federico Giuliani solo nel mese di maggio di quest’anno.

 

Finora l’Ordine non ha avviato alcuna azione giudiziaria.

 

Precedenti lettere inviate al presidente della Fondazione Andrea Segrè e al direttore Sergio Menapace non hanno ottenuto riscontro. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato