Contenuto sponsorizzato

Cosa mangiano i pesci d'inverno?

Alcuni, in condizioni estreme, si interrano nel fango
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 01 gennaio 2018

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Regola base, dice Leonardo Pontalti ittiologo dell’Ufficio faunistico della PAT, è il rallentamento del metabolismo per ridurre la perdita di energia vitale. Nei torrenti le trote resistono anche per settimane senza assumere cibo, se la temperatura dell’acqua va a zero gradi.

 

Nel parco di Paneveggio la temperatura del torrente non va sotto i 2-4 gradi e quindi l’assunzione di cibo non cessa del tutto. La stessa cosa succede nell’Avisio per trote, barbi e scazzoni.

 

Diverso è il comportamento nei laghi. Ferma restando la riduzione delle attività metaboliche, può succedere che trote ed altre specie continuino ad alimentarsi mangiando pesci piccoli, anche se la superficie dell’acqua si ghiaccia. In condizioni estreme i Ciprinidi rappresentati da carpe e tinche, si interrano nel fango. Lo stress invernale si traduce comunque e sempre in un dimagrimento che abbassa il cosiddetto indice di corposità: peso x 1000 diviso lunghezza al cubo. Le trote del Trentino impiegano più mesi a crescere e pertanto hanno un indice che arriva al massimo a 1,2 rispetto alle trote allevate in regioni più temperate. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 05:01

I sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Chi chiedeva trasparenza e azioni concrete per contenere il contagio veniva accusato, mentre in realtà voleva solo preservare il territorio. Com'è che diceva il presidente Maurizio Fugatti? 'E poi si tira la riga e si vede il risultato'. Eccolo purtroppo". Zanella (Futura): "Giudizio impietoso. E non interessa del personale al collasso, mica c'è lui a riorganizzare e farsi turni massacranti"

06 marzo - 20:03
Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 4 decessi. Sono 84 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
06 marzo - 20:03

L'estate scorsa ci sono voluti 40 giorni in più rispetto agli altri anni per dare semaforo verde a questo servizio fondamentale e in quel lasso di tempo erano, purtroppo, morte affogate nei laghi trentini quattro persone. Questa volta si è giocato in anticipo, già disposto il dislocamento estivo dei sub direttamente all'eliporto Caproni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato