Contenuto sponsorizzato

Due atomizzatori scavallanti dati alla Fem che riducono la deriva dei fitofarmaci restano inutilizzati

Una ditta ha messo a disposizione degli sperimentatori della Fondazione Mach che operano a Maso delle Parti di Mezzolombardo e a Maso Maiano di Cles le macchine. Ma la dirigenza del centro ne ha vietato l'uso perché potrebbero essere interpretati come pubblicità
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 09 novembre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Una società che produce macchine operatrici per il frutteto ha messo a disposizione degli sperimentatori della Fondazione Mach che operano a Maso delle Parti di Mezzolombardo e a Maso Maiano di Cles due modelli di scavallanti per l’esecuzione di trattamenti fitosanitari che riducono o escludono il fenomeno della deriva.

 

La cessione in comodato gratuito poteva essere interpretata come riconoscimento della validità del sistema di allevamento multiasse e dei vantaggi tecnico-economico e ambientali che esso consente di ottenere. La dirigenza del Centro per il trasferimento tecnologico della Fondazione Mach ha vietato al tecnologo Alberto Dorigoni l’uso delle scavallanti perché la cessione gratuita poteva essere interpretata come iniziativa a scopo pubblicitario.

 

Le due macchine sono pertanto ferme e inutilizzate nella rimessa di Maso delle Parti.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 06:01

Ci auguriamo che non ci sia una ''prossima volta'' parlando di epidemie e che quindi questa sia solo un'uscita infelice di Segnana, l'attacco a un organismo professionale che in questi mesi non si è risparmiato per cercare di risolvere le criticità, senza magari tutti quegli elementi in mano alla task force e l'esecutivo, appare davvero ingeneroso

25 maggio - 10:21

Drammatico incidente sulla strada provinciale 53, dove un 55enne è deceduto in seguito alle gravi ferite riportate. Inutili i tentativi dei sanitari di rianimarlo

25 maggio - 09:52

Sul posto è atterrato anche l'elicottero e ci sono due ambulanze. E' intervenuto il medico rianimatore. Secondo le primissime informazioni ci sono tre feriti 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato