Contenuto sponsorizzato

Due veterinari per monitorare lo stato di salute delle api: grande attenzione alla malattia ''covata''

Un’attenzione particolare sarà posta dai due ispettori alla malattia denominata covata calcificata che da qualche anno causa danni anche rilevanti in alcuni apiari, ma è presente, anche se con minore consistenza, in tutte le zone del Trentino
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 17 maggio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Anche quest’anno, seppure con ritardo dovuto al coronavirus, l’Agenzia per i Servizi sanitari della Provincia di Trento ha provveduto alla scelta per concorso di due medici veterinari liberi professionisti ai quali è stato assegnato per la stagione 2020 il tradizionale monitoraggio sullo stato di salute delle api a livello provinciale. I veterinari incaricati sono Stefano Tamanini e Manlio Doglioni ai quali sono state assegnate rispettivamente 800 e 480 ore di lavoro.

 

Il finanziamento stanziato dalla Giunta provinciale a sostegno dell’operazione ammonta a 49 mila euro. Il compenso orario comprese le spese di trasferimento è di 35 euro. Stefano Tamanini ha alle spalle 8 anni di incarichi e dovrà eseguire le visite ispettive nei seguenti distretti: Fiemme e Fassa, Val di Non e Val di Sole, Giudicarie e Rendena. Alta Valsugana.

 

A Manlio Doglioni sono stati assegnati i distretti della Bassa Valsugana, di Primiero e della Vallagarina. Un’attenzione particolare sarà posta dai due ispettori alla malattia denominata covata calcificata che da qualche anno causa danni anche rilevanti in alcuni apiari, ma è presente, anche se con minore consistenza, in tutte le zone del Trentino. La malattia è causata da un fungo denominato Ascosphaera apis e colpisce le larve.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 19:43

Si trovava in acqua all'altezza della spiaggia davanti al Pescatore e all'Europa. Sembra si trovasse su un pedalò quando, una volta in acqua, è sprofondato. Ancora una volta il Nucleo sommozzatori (ancora non messo nelle condizioni di partire direttamente da Mattarello come accadeva negli scorsi anni) non è arrivato in tempo utile

05 luglio - 16:51
Il drammatico scontro è avvenuto intorno alle 15.30 di oggi, domenica 5 luglio, all'altezza del campo da tamburello tra Dro e Drena. Si è verificato un violentissimo scontro tra una vettura e una moto, quest'ultima con a bordo due persone
05 luglio - 14:00

La denuncia del Codacons: “Attraverso la voce ‘tassa Covid’, che va da un minimo di 2 euro dei parrucchieri ai 10 euro dei centri estetici fino ai 40 euro richiesti dalle officine, i consumatori sono stati colpiti da vere e proprie stangate”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato