Contenuto sponsorizzato

Giallo nella lotta all'antonomo del lampone

Nella stagione 2018 sono state avviate due prove sperimentali di contenimento dell’antonomo utilizzando trappole a feromoni. Le prove condotte in due campi sperimentali situati rispettivamente a Baselga di Pinè e a Dro non hanno dato risultati positivi
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 26 maggio 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

TRENTO. Fino a qualche anno fa l’antonomo del lampone, della mora e della fragola limitava il danno provocato dal rostro perforante al taglio parziale degli steli fiorali che rimanevano attaccati alla pianta e consentivano alla larva nata dall’uovo deposto all’interno del fiore di completare il suo sviluppo.

 

Negli ultimi anni l’antonomo ha esteso la sua attività anche oltre la prima fase vegetativa aggredendo con le sue punture anche i frutti presenti lungo la restante parte della stagione. Soprattutto a carico delle varietà di fragole rifiorenti.

 

Luciano Mattivi coltivatore di fragole e piccoli frutti nella zona di Baselga di Pinè ha chiesto l’intervento della Fondazione Mach. Nella stagione 2018 sono state avviate due prove sperimentali di contenimento dell’antonomo utilizzando trappole a feromoni. Le prove condotte in due campi sperimentali situati rispettivamente a Baselga di Pinè e a Dro non hanno dato risultati positivi.

 

A partire dalla stagione 2019 si è fatto ricorso ad un nuovo tipo di trappola attrattiva che unisce alla forza attrattiva del feromone quella esercitata da una tavoletta che attira gli adulti di antonomo in misura diversa in base al colore. Sono state impiegate trappole dotate di tavoletta attrattiva di 6 colori diversi. Il giallo ha dimostrato la maggiore efficacia.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 11:06

Gian Marco Prampolini, presidente Leal, e Natascia Pecorari, presidente di Salviamo gli Orsi della Luna, hanno fatto la richiesta agli atti e ottenuto il report della visita dei carabinieri di Costa dentro il Casteller: ''Stanno facendo vivere ai tre orsi un vero calvario. Temiamo per la loro vita e attendiamo fiduciosi che il Ministro Costa, che prima di noi ha ricevuto la relazione del sopralluogo dei Cites, faccia la sua parte e prenda provvedimenti previsti dalla legge''

01 ottobre - 12:26
Il conducente della vettura si è accorto di un po' di fumo uscire dalla parte anteriore del mezzo all'altezza di passo Cereda. In azione la macchina dei soccorsi
01 ottobre - 11:42

Il bollettino sulla situazione Coronavirus in Alto Adige segna nelle ultime 24 ore un incremento di 29 nuovi casi su 1734 tamponi. Sale a 3568 il numero di contagi da inizio epidemia, mentre quello dei decessi è fermo da tempo a 292. Dopo i 4 studenti infetti comunicati ieri dalla Provincia, le persone in isolamento e quarantena salgono a 1640

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato