Contenuto sponsorizzato

I droni di Pergine per la prevenzione del cancro batterico sui kiwi, per il conteggio dei frutti e per prevedere la pernospora

Raggiunti ottimi risultati negli interventi contro la ticchiolatura del melo la società Metacortex è pronta ad affrontare nuove sfide nel 2019
Dal blog di Sergio Ferrari - 11 febbraio 2019 - 21:01

Dopo i risultati positivi raggiunti nell’utilizzo sperimentale di droni per programmare gli interventi contro la ticchiolatura del melo basandosi sul grado di bagnatura e l’accrescimento della superficie fogliare, la società Metacortex di Pergine Valsugana affronta la stagione 2019 con ulteriori proposte che ampliano il ventaglio degli interventi nel settore dell’agricoltura di precisione.

 

Il responsabile della ricerca e promozione Rino Goller elenca le seguenti applicazioni già messe a punto e provate ma da estendere in pieno campo: analisi del rischio di cancro batterico sui kiwi, previsione attacchi di peronospora su vite, conteggio frutti di varie specie compresi i grappoli d’uva, analisi del terreno a distanza.

 

La variegata proposta di Metacortex ha richiamato l’interesse anche di consorzi frutticoli e aziende agricole di fuori provincia.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 06:01

Ormai il caso è noto. E' un'escalation di reazioni dopo che M49 è stato catturato, ma è riuscito a fuggire. Brambilla: "Corri e salvati M49 e grazie per aver dimostrato con la tua fuga, una volta di più, l’imperizia e il dilettantismo di chi ha dichiarato guerra a te, ma anche a tutti i tuoi simili". Ciampolillo: "Un atto violento e illegittimo contro il mondo degli animali"

16 luglio - 08:50

La padrona si è vista entrare in casa il povero gatto dolorante. Il veterinario nel referto ha certificato che il ferimento dell’animale è stato causato da un colpo sparato presumibilmente da una carabina. La perquisizione domiciliare ha permesso di ritrovare l'arma 

16 luglio - 08:09

Dopo tre giorni di ricerche si erano perse le speranze. L'uomo, però, è riuscito a ritrovare la strada di casa. Si è presentato dai familiari in costume e infreddolito ed è stato subito ricoverato in ospedale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato