Contenuto sponsorizzato

Il Consorzio dei vini viene coinvolto nel monitoraggio della flavescenza dorata

Il monitoraggio si aggiunge a quello che esegue da anni la Fondazione Mach tramite i propri tecnici viticoli su una superficie di 300 ettari. Il lavoro sarà affidato a 15 liberi professionisti segnalati dall’Ordine professionale dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Trento
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 01 settembre 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il Consorzio vini del Trentino rispondendo ad una precisa sollecitazione dell’assessora all’agricoltura Giulia Zanotelli ha deciso di promuovere un monitoraggio delle viti colpite da flavescenza dorata.

 

Il monitoraggio si aggiunge a quello che esegue da anni la Fondazione Mach tramite i propri tecnici viticoli su una superficie di 300 ettari.

 

L’operazione si svolgerà nei mesi di settembre e ottobre prima che inizino a cadere le foglie.

 

Il lavoro sarà affidato a 15 liberi professionisti segnalati dall’Ordine professionale dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Trento.

 

Maurizio Bottura, responsabile dell’Unità viticoltura della Fondazione Mach, ha già incontrato il gruppo di tecnici per prepararli al riconoscimento dei sintomi della malattia e dell’insetto vettore del micoplasma.

 

Il costo del monitoraggio è a carico del Consorzio. L’ampiezza della superficie a vigneto oggetto di indagine dipenderà anche dall’andamento climatico. Maurizio Bottura ritiene che non si potrà andare oltre i 2.500 ettari.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 13:50

Bocciato uno dei provvedimenti bandiera della Giunta Fugatti, il tribunale condanna Pat e Comune di Trento a disapplicale la norma sulle case Itea. Gli avvocati: “Per il Trentino è un primo passo molto importante per rimuovere le norme introdotte dalla Provincia negli ultimi anni in materia di welfare che hanno determinato effetti gravissimi di esclusione in danno degli stranieri”

29 settembre - 13:19

La rabbia dello studente che è stato sanzionato: "Prima si incentiva la micro-mobilità e si spingono i giovani ad investire in un futuro più sostenibile, ma poi si multa uno studente per l’utilizzo di un mezzo elettrico per spostamenti in città". Lo skateboard è stato parificato ad un ciclomotore e il ragazzo è stato multato per mancanza di targa, libretto di circolazione, assicurazione, mancato uso di casco e conduzione sul marciapiede

29 settembre - 12:45

Paolo Zanollo, delegato del Wwf per il Garda e sub: "In appena 200 metri di spiaggia ne abbiamo raccolte ben 30”. Rifiuti trovati anche nei canneti, preziosi ecosistemi di filtro naturale nel lago

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato