Contenuto sponsorizzato

Il Lago di Tovel potrebbe tornare rosso. Il segreto? Si chiama Tovellia

Giovanna Flaim studia da anni le acque del lago e le tre alghe presenti. La Tovellia sarebbe in grado di far ritornare rossa una parte del lago. Ma solo in presenza di nutrienti organici e di acqua temperata e tranquilla
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 21 ottobre 2016

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Giovanna Flaim, ricercatrice della Fondazione Mach per il settore della idrobiologia, si reca mensilmente al lago di Tovel per controllare il funzionamento di una piattaforma tecnologica collocata in acqua alcuni anni fa e per prelevare campioni di acqua da sottoporre ogni volta ad analisi chimiche microbiologiche.

 

La piattaforma è costituita da un galleggiante ancorato al fondo con 4 corde lungo le quali a varia distanza sono sistemati dei sensori. Le corde raggiungono il fondo posto a 39 metri dal pelo dell’acqua. Il sistema rileva ogni mezz’ora i dati riguardanti la temperatura, la luce e la quantità di ossigeno dell’acqua del lago da mettere in relazione con la vita microbica presente nelle acque del lago e rappresentata da alghe monocellulari.

 

Sono tre le specie di alga presenti nel lago. La più importante si chiama Tovellia ed è diversa da quella che il prof. Vittorio Marchesoni alla fine degli anni ’30 aveva chiamato Glenodinium sanguineum. La Tovellia sarebbe in grado di far ritornare rossa una parte del lago. Ma solo in presenza di nutrienti organici e di acqua temperata e tranquilla.

 

Nel 2014 la ricercatrice ha rilevato la presenza di 100 cellule di Tovellia per litro d’acqua. Nel 2015, in condizioni più favorevoli, la presenza è salita a 4000 cellule per litro. Quest’anno la media non è stata ancora calcolata, ma si presume intermedia fra le due annate. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 dicembre - 05:01

Nelle valli, soprattutto durante la stagione invernale ed estiva, le organizzazioni criminali nigeriane, tramite il metodo mafioso, possono servirsi di connazionali che svolgono i lavori stagionali, per rispondere alla domanda di droga dei consumatori. D'Accordi: "Occorre chiedersi se il sistema sanzionatorio italiano sia adeguato a prevenire e contrastare questo fenomeno criminale'' 

06 dicembre - 19:12

Tantissimi i giovani e le famiglie che sono arrivate a Trento accogliendo la proposta del popolo delle sardine di scendere in piazza per ribadire la loro distanza da odio, rabbia e populismo

06 dicembre - 17:07

L'ex presidente della Pat ribadisce oggi la sua distanza dalla Lega di Salvini con un messaggio di solidarietà alle tante persone che tra poco si riuniranno in Piazza Dante: ''Non ci sarò perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato