Contenuto sponsorizzato

Il marciume nero delle castagne causato da un fungo. C'è un progetto nazionale per la prevenzione ma non è stato accolto

Per ovviare al mancato accordo, Giorgio Maresi esperto di castanicoltura della Fondazione Mach sta predisponendo una circolare informativa che sarà diffusa tramite le associazioni di produttori delle diverse zone
DAL BLOG
Di Sergio Ferrari - 29 settembre 2020

 Laureato in Scienze Agrarie all'Università di Padova, dal 1961 al 1994 è stato docente all'Istituto Agrario di San Michele

Il marciume nero delle castagne causato da un fungo del genere Gnomoniopsis è presente non solo in Trentino ma anche in altre regioni castanicole.

 

Un progetto nazionale di ricerca mirata alla definizione di mezzi e metodi di prevenzione non è stato accolto nelle sedi competenti.

 

Per ovviare al mancato accordo, Giorgio Maresi esperto di castanicoltura della Fondazione Mach sta predisponendo una circolare informativa che sarà diffusa tramite le associazioni di produttori delle diverse zone.

 

Il contenuto aggiornerà il messaggio dello scorso anno: necessità di mettere al più presto le castagne raccolte in contenitori o locali con temperature basse o sottoporle ad una curatura di tipo particolare diversa da quella  tradizionale.

 

Il fungo, dice Maresi, è già presente nel frutto. 

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 11:02

Il Governo ha affrontato con fermezza le Regioni: confermate quasi tutte le disposizioni presenti nella bozza. Fra le attività sospese ci sono palestre, piscine, centri benessere, ma anche spettacoli e sale slot. Non è previsto nessun lockdown ma si “raccomanda” di evitare gli spostamenti non necessari

25 ottobre - 10:35

Di fronte all'aumento dei positivi e alle tante segnalazioni che arrivano ai medici di famiglia, il contact tracing sta perdendo di efficacia. L'Apss : "Risalire all'origine del contagio risulta più difficile. La nostra azione diventa più generale. Entro fine settimana prossima cambieremo strategia". E sul fronte scuola, cambia anche il protocollo: "Nelle superiori più probabilità di contagio. Scelta basata su dati e prove sul campo"

25 ottobre - 09:53

E' successo a Tenna ieri sera pochi minuti prima delle 22. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco permanenti di Trento e quelli di Pergine. Ci sono altri due feriti gravi trasportati in ospedale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato